POLISPORTIVA SANTA MARIA-PIROZZI, SEPARAZIONE CONSENSUALE TRA LE PARTI

Separazione consensuale tra la Polisportiva Santa Maria e l’allenatore Egidio Pirozzi. Termina così di comune accordo, dopo tre anni, il matrimonio tra il club cilentano e l’allenatore artefice del doppio salto di categoria, dalla Promozione alla Serie D, della Polisportiva Santa Maria.

“Grazie a mister Egidio Pirozzi per quanto ha dato alla nostra causa, consentendoci di raggiungere lo storico traguardo della serie D – afferma il presidente, Francesco Tavassi –  Dal record di vittorie in Promozione alla storica rimonta di Villa Literno, per non dimenticare la straordinaria vittoria di quest’anno a Palma Campania e gli altri risultati raggiunti alla guida della Polisportiva. Le strade, oggi, si separano di comune accordo, ma la stima e l’affetto resteranno  immutati. Auguriamo al mister le migliori fortune professionali, certi che saprà far valere anche altrove il suo indiscusso valore”.

“Ringrazio la famiglia Tavassi per questi tre anni meravigliosi, durante i quali abbiamo raggiunto due promozioni – aggiunge Pirozzi –  Ho vissuto emozioni importanti a Santa Maria di Castellabate e nessuno potrà scalfire quanto di buono fatto. Abbiamo deciso di comune accordo di interrompere questo rapporto, ma resterò sempre il primo tifoso della Polisportiva Santa Maria”.

POLISPORTIVA SANTA MARIA IN SERIE D, L’OMAGGIO DELLA COMUNITA’ IERI SERA IN PIAZZA LUCIA

Nonostante una leggera pioggerellina, festa è stata ieri sera a Santa Maria di Castellabate. Con una mezz’ora di ritardo, causa pioggia, la società, cara alle famiglie Tavassi e Carrano, ha festeggiato la sua prima volta in Serie D. La Polisportiva, infatti, vincente del girone B d’Eccellenza campana, dopo la cristallizzazione della classifica, ha raggiunto la quarta serie, alla quale parteciperà la prossima stagione. In un clima tranquillo e sereno, dopo un minuto di raccoglimento dedicato alle persone scomparse a causa del Covid-19, è iniziata la manifestazione dedicata al club cilentano, organizzata in collaborazione dell’Amministrazione comunale.

A fare gli onori di casa è stato il sindaco Costabile Spinelli, che ha affermato: “È stata la festa di tutta la nostra comunità. Di tutte le persone che hanno contributo negli anni a raggiungere questi traguardi. È la vittoria del territorio sull’aspetto sociale e della sobrietà, che contraddistingue il Cilento. È una vittoria vedere la piazza piena dopo tempo, con tanta gente pronta a festeggiare secondo il rispetto delle regole. Non dimentichiamo il periodo brutto che abbiamo vissuto nei mesi scorsi dove forze dell’ordine e Protezione Civile hanno fatto un lavoro egregio”.  E, non a caso, sul palco salgono sul palco le forze dell’ordine e la Protezione civile per ricevere l’applauso della piazza e un omaggio da parte della Polisportiva Santa Maria.

Dopo la consegna della maglia numero 1 autografata dai calciatori al sindaco Spinelli, è stato il presidente Francesco Tavassi a prendere la parola: “”Ci tengo a ringraziare l’Amministrazione comunale che, qualche giorno fa, ha illuminato la casa comunale e il castello dell’Abate con i nostri colori. Dico grazie al presidente del Comitato Regionale Zigarelli, e ai vari rappresentanti regionali e provinciali che ci hanno onorato con la loro presenza. Questo traguardo parte da lontano, da mio zio Antonio Carrano che per 50 anni ha mantenuto le redini della società. Dico grazie a chi mi ha affiancato in questa grande cavalcata, alla squadra al mister Pirozzi, allo staff e a tutti i collaboratori”.

 

“Spero che la Polisportiva Santa Maria in Serie D rappresenti al meglio il nostro territorio. Sono felice di premiare una società solida come quella cilentana. Spero che il vostro sodalizio porti in alto il nome della Campania con la speranza di vedervi presto in Serie C ” ha aggiunto il presidente del Comitato Regionale Campano FIGC, Carmine Zigarelli. Insieme a lui, ieri sera, a Castellabate, anche il delegato provinciale, Vincenzo Faccenda, il vicepresidente, Massimo Amatino Grisi, e il consigliere regionale Giuseppe Alfano.

Sul palco poi tante glorie della storia della Polisportiva Santa Maria dagli anni ’50, con capitan Silvio Guida, sino ai giorni nostri, e Stefano Carrano, storico dirigente giallorosso, a fare da cicerone.  “È un traguardo importante per la nostra famiglia e per mio padre che da lassù starà sorridendo – ha detto Carrano – Lo ringrazio per la passione che mi ha trasmesso e che oggi posso manifestare su questo palco. Grazie a squadra, tecnico Pirozzi e tutto il nostro assetto societario, sempre vicini alla causa. Salutiamo anche i nostri tifosi che ci fanno sentire sempre il loro calore”.

Infine, ad essere omaggiati sono stati i protagonisti di questa annata, con calciatori e staff tecnico applauditi dai tifosi cilentani.

“Faccio i complimenti alla società e ai miei ragazzi splendidi. Sono un tecnico esigente ma questi calciatori sono stati professionisti esemplari. Sono felice per loro e per tutta Santa Maria di Castellabate” ha detto il mister.

Alle sue parole hanno fatto seguito quelle di capitan Fabio Fariello: “È stata una stagione indimenticabile. Sarebbe stato bellissimo festeggiare sul campo ma cosi non è stato. Vincere non è mai facile, ma questa società è impeccabile e non ci ha fatto mancare mai nulla. I miei compagni si sono battuti per questa maglia e i loro nomi resteranno nella storia della Polisportiva Santa Maria”.

Infine, il direttore Alberico Guariglia ha concluso: “”La Serie D è il purgatorio del calcio, o si diventa calciatori o si resta dilettanti. Per noi è un traguardo davvero importante e prestigioso. Fronteggiare piazze storiche deve essere un orgoglio per il nostro territorio e per tutta la nostra cittadina”.

CASTELLABATE IN FESTA PER LA POLISPORTIVA SANTA MARIA, APPUNTAMENTO PER IL 21 GIUGNO

Castellabate festeggia la promozione della Polisportiva Santa Maria in serie D. Un traguardo storico per il club giallorosso, tra i più longevi in Campania, che sarà omaggiato con una manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale di Castellabate in collaborazione con la Polisportiva Santa Maria. L’evento si terrà domenica 21 giugno alle ore 21 in piazza Lucia, dinanzi la Casa comunale, a Santa Maria di Castellabate. Sarà un momento celebrativo per il sodalizio cilentano, guidato dalle famiglie Tavassi-Carrano, che ha concluso la stagione sportiva in testa alla classifica con 55 punti, guadagnando così l’accesso alla categoria superiore. Nel corso della serata, interverranno anche alcuni dei calciatori più rappresentativi della storia giallorossa, dalle origini ad oggi, per far rivivere così a tutti le emozioni di 88 anni di storia. Durante la manifestazione, inoltre, saranno omaggiati dall’Amministrazione comunale e dalla Polisportiva Santa Maria medici, infermieri, forze dell’ordine, polizia locale, protezione civile, tutti coloro che non hanno lesinato sforzi durante la fase di lock-down per garantire tutta l’assistenza necessaria sul territorio comunale. A rendere omaggio alla Polisportiva Santa Maria ci saranno anche le massime istituzioni sportive regionali e provinciali del mondo calcistico.

Il Sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli, si congratula con la squadra giallorossa: «La promozione in serie D della squadra locale può essere motivo d’orgoglio per il Cilento, non solo per i tifosi ma per l’intera comunità, e dimostra quanto Castellabate stia crescendo in vari ambiti, anche in quello sportivo».

Il Presidente del club, Francesco Tavassi, dichiara: «Sarà un momento di condivisione insieme alla nostra comunità di questo storico traguardo raggiunto dalla Polisportiva. Un traguardo costruito passo dopo passo nel corso di una storia che va avanti dal lontano 1932 e, non a caso, avremo nel corso della serata il coinvolgimento di alcuni dei calciatori più rappresentativi della Polisportiva, dalle origini ad oggi. Ancora grazie a tutti coloro che hanno trasformato questo sogno in realtà».

 

CASTELLABATE GIALLOROSSA: IL COMUNE SI ILLUMINA PER LA POLISPORTIVA S. MARIA IN SERIE D

Sulla facciata della Casa Comunale di Castellabate splenderanno i colori della Polisportiva S. Maria 1932. Un’iniziativa per festeggiare la promozione della squadra locale in serie D, dopo la vittoria del girone B di eccellenza. Un traguardo mai raggiunto in precedenza che inorgoglisce i tanti tifosi che applaudono una tra le realtà calcistiche più antiche della Campania. La società sportiva cilentana, delle famiglie Tavassi e Carranno, è prossima a disputare, quindi, il suo primo torneo di Serie D. Da questa sera, 13 giugno, alle ore 20 avverrà l’accensione delle luci giallo-rosse in Piazza Lucia a Santa Maria.

Il Presidente Francesco Tavassi dichiara in merito al risultato raggiunto: «È un traguardo storico per Castellabate. Lavoro e programmazione sono stati premiati. È un risultato, infatti, che arriva da lontano, cominciato da mio zio Antonio Carrano, storico presidente della Polisportiva, e poi proseguito fino ai giorni nostri. Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno contributo a raggiungere questo straordinario risultato e al Comune di Castellabate con cui c’è da sempre grande sintonia per la gestione e la valorizzazione dello stadio Carrano»

Il Sindaco Costabile Spinelli commenta così l’ottimo traguardo: «Questi risultati ci fanno capire quanto sia importante avere strutture che funzionano, come il campo sportivo Carrano per il settore calcio. Mi complimento con il Presidente Tavassi e con tutta la società per aver creduto in questa bellissima e storica realtà locale. Con l’illuminazione della nostra nuova Casa Comunale intendiamo esprimere l’orgoglio dei tifosi ma anche dell’intera cittadinanza per il traguardo raggiunto e rivolgere un simbolico in bocca al lupo alla Polisportiva S. Maria per la prossima stagione agonistica»

Polisportiva Santa Maria in serie D, le dichiarazioni ufficiali

La Polisportiva Santa Maria è approdata in serie D. Dopo l’ufficialità, arrivata nella giornata di eri, ecco le prime dichiarazioni della società ai microfoni ufficiali del club.

Il presidente, Francesco Tavassi: “E’ un risultato storico per la nostra società e per Castellabate. Penso che tra pochi giorni ci renderemo conto del traguardo così importante raggiunto. Però devo anche dire che è un risultato che viene da lontano perché qui si fa calcio da tanti anni, dietro c’è un lavoro partito da lontano con mio zio, Antonio Carrano, e non caso il nostro campo sportivo porta il suo nome. E’ un motivo di grande soddisfazione andare in stadi che hanno fatto la storia del calcio italiano, come potrebbero essere il Taranto o il Messina. Ora, però, ci godiamo la festa e poi tra qualche giorno penseremo al prossimo campionato di serie D“.

 

Il direttore generale, Alberico Guariglia: “Una grande emozione per una comunità non abituata a questi livelli. Questo è un percorso che viene da lontano. Bisogna ricordare le tantissime persone che hanno fatto calcio e hanno mantenuto in piedi la Polisportiva soprattutto nei periodi bui dove non c’era il campo e le risorse economiche erano ridotte. Il merito è anche loro, perché la Polisportiva ha una lunga storia e tradizione, e quasi tutti hanno dato il loro contributo. Serie D? Adesso dobbiamo solo festeggiare e goderci il momento.  Noi faremo il possibile attraverso tutte le risorse che ci verranno date. Il calcio non è una scienza esatta. Noi ci metteremo tanta buona volontà per portare avanti la tradizione nel nome della Polisportiva Santa Maria“.

 

Il tecnico, Egidio Pirozzi: “E’ un traguardo unico, storico, per società e città. Ringrazio, insieme alo staff, tutti,  dal presidente Francesco Tavassi al figlio Alfonso, dal direttore generale Alberico Guariglia al segretario Gerardo Biasi, dall’ufficio stampa ai nostri mitici magazzinieri Gerardo e Marcello, e soprattutto Costabile, così come tutti i collaboratori. Ma un grazie speciale va ai miei ragazzi che dalla fine dello scorso luglio, sotto il caldo cocente, ci hanno sempre seguito, costruendo così con fatica e sudore questo grande successo. Sicuramente avremmo preferito finire la stagione e vincere sul campo, ma se siamo primi con miglior difesa e secondo miglior attacco, nonché la squadra con il maggior numero di vittorie, qualcosa significa. E’ serie D”.

 

Il capitano, Fabio Fariello: “E’ un onore per me raggiungere la serie D con questa maglia, con cui ho già conquistato l’Eccellenza. Due traguardi storici frutto di programmazione e di lavoro, portato avanti con serietà dalla società, e poi dal mister, dallo staff  e dai calciatori che hanno l’onore di vestire questa maglia. Vittoria meritata, anche se sarebbe stato sicuramente più bello festeggiare sul campo. Ma va bene così. Godiamoci questo traguardo perché l’abbiamo sudato e meritato. Grazie, infine, anche ai nostri tifosi, che non ci hanno fatto mai mancare il loro affetto”.

 

 

 

 

Settore Giovanile Giallorosso, Tavassi Jr: “Ripartiremo con rinnovato entusiasmo”

“Ci lasciamo alle spalle una stagione particolare anche per il Settore Giovanile, che rappresenta per noi un punto di forza per la formazione e la crescita dei ragazzi. Un vero e proprio laboratorio, dai più piccoli alla Juniores, su cui la società ha investito molto, tanto da essere entrati da tre anni nella prestigiosa famiglia delle Scuole Calcio Elite”. Parola di Alfonso Tavassi, giovanissimo vicepresidente della Polisportiva Santa Maria, che traccia il bilancio conclusivo della stagione giovanile giallorossa.

Oltre 200 iscritti, con squadre impegnate in campionati provinciali e regionali, sapientemente coordinati da Gino Di Giamo, Domenico Giannella e Antonio Spinelli, oltre a tecnici qualificati che hanno guidato i vari gruppi di lavoro.

“Quest’anno, nonostante lo stop dei campionati per via dell’emergenza Covid-19, abbiamo portato a casa degli ottimi risultati, sia sul campo sia per quanto riguarda la valorizzazione dei singoli – aggiunge Domenico Giannella, coordinatore dell’Area Giovanile – Perché, d’altronde, come giusto che sia, nelle scuole calcio non contano i risultati, bensì la costruzione del futuro attraverso i valori di questo meraviglioso sport”.

In questi anni, infatti, la Polisportiva Santa Maria ha puntato molto sul proprio laboratorio giovanile. Da qualche anno, sotto l’ala protettiva di Egidio Pirozzi, in prima squadra ci sono profili interessanti come quelli di Grieco, Paragano, Della Torre e Di Mauro, tutti cresciuti nel settore giovanile giallorosso e che ogni qualvolta  sono stati chiamati in causa hanno sempre risposto presente con grande professionalità e voglia di fare bene.

“Stiamo già lavorando per la ripartenza, a settembre, in sicurezza delle Attività di Base e degli allenamenti del Calcio Giovanile – conclude Tavassi Jr – C’è tanta voglia di ricominciare, rispettando tutti i protocolli, insieme ai nostri giovani e alle loro famiglie. A tal proposito, stiamo già studiando anche delle agevolazioni per coloro che hanno pagato l’intera quota 2019/20 e altre formule vantaggiose sono al vaglio per venire incontro un po’ a tutti”.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this