JUNIORES, SARA’ ANGELO NICOLETTI IL NUOVO ALLENATORE

Graditissimo ritorno in casa giallorossa. Si tratta di Angelo Nicoletti, 42 anni, originario di Castellabate,  che, dopo aver allenato negli anni scorsi la prima squadra sia in Promozione che in Eccellenza, torna alla Polisportiva Santa Maria per guidare la formazione Juniores, che quest’anno affronterà il campionato nazionale.

“Sono felice di poter tornare a dare il mio contributo alla Polisportiva Santa Maria – afferma Angelo Nicoletti – C’è stata una forte volontà da parte della società giallorossa, del presidente Francesco Tavassi, del direttore generale Alberico Guariglia, di farmi rientrare a far parte del progetto giallorosso e questo per me è motivo di grande orgoglio e di stimolo. Un grazie particolare al Dg Guariglia che, con poche parole, mi ha fatto capire quanta stima ci fosse nei miei confronti e la voglia di rivedermi alla Polisportiva”.

A Nicoletti toccherà il compito di guidare la formazione Juniores nell’avvincente quanto difficile campionato Juniores.

“A me è sempre piaciuto lavorare con i giovani, per cui è stato facile trovare un punto d’incontro con la società – conclude Nicoletti – Il mio compito sarà quello di lavorare con loro, di coltivarli e valorizzarli così da farli approdare in Prima Squadra, che con la serie D avrà sicuramente una vetrina diversa. Ci sono tutti gli ingredienti per fare bene, ora ci tocca solamente lavorare”.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Settore Giovanile Giallorosso, Tavassi Jr: “Ripartiremo con rinnovato entusiasmo”

“Ci lasciamo alle spalle una stagione particolare anche per il Settore Giovanile, che rappresenta per noi un punto di forza per la formazione e la crescita dei ragazzi. Un vero e proprio laboratorio, dai più piccoli alla Juniores, su cui la società ha investito molto, tanto da essere entrati da tre anni nella prestigiosa famiglia delle Scuole Calcio Elite”. Parola di Alfonso Tavassi, giovanissimo vicepresidente della Polisportiva Santa Maria, che traccia il bilancio conclusivo della stagione giovanile giallorossa.

Oltre 200 iscritti, con squadre impegnate in campionati provinciali e regionali, sapientemente coordinati da Gino Di Giamo, Domenico Giannella e Antonio Spinelli, oltre a tecnici qualificati che hanno guidato i vari gruppi di lavoro.

“Quest’anno, nonostante lo stop dei campionati per via dell’emergenza Covid-19, abbiamo portato a casa degli ottimi risultati, sia sul campo sia per quanto riguarda la valorizzazione dei singoli – aggiunge Domenico Giannella, coordinatore dell’Area Giovanile – Perché, d’altronde, come giusto che sia, nelle scuole calcio non contano i risultati, bensì la costruzione del futuro attraverso i valori di questo meraviglioso sport”.

In questi anni, infatti, la Polisportiva Santa Maria ha puntato molto sul proprio laboratorio giovanile. Da qualche anno, sotto l’ala protettiva di Egidio Pirozzi, in prima squadra ci sono profili interessanti come quelli di Grieco, Paragano, Della Torre e Di Mauro, tutti cresciuti nel settore giovanile giallorosso e che ogni qualvolta  sono stati chiamati in causa hanno sempre risposto presente con grande professionalità e voglia di fare bene.

“Stiamo già lavorando per la ripartenza, a settembre, in sicurezza delle Attività di Base e degli allenamenti del Calcio Giovanile – conclude Tavassi Jr – C’è tanta voglia di ricominciare, rispettando tutti i protocolli, insieme ai nostri giovani e alle loro famiglie. A tal proposito, stiamo già studiando anche delle agevolazioni per coloro che hanno pagato l’intera quota 2019/20 e altre formule vantaggiose sono al vaglio per venire incontro un po’ a tutti”.

 

Polisportiva Santa Maria, Solimeno: “Seguiamo ancor di più’ i talenti italiani. Abitavo a 100 metri da un campo sportivo..”

Campionato fermo, allenamenti fermi. Tutto fermo. E noi allora ne approfittiamo per conoscere un pò meglio i nostri calciatori, e anche chi fa parte del settore giovanile giallorosso. Oggi tocca a Ivan Solimeno, allenatore della Juniores giallorossa. Di seguito, ecco l’intervista integrale:

Raccontaci della tua esperienza con la Polisportiva Santa Maria.

“La mia esperienza con la Polisportiva Santa Maria è qualcosa di fantastico. Sono 4 anni che faccio parte di questa grande famiglia, di questo grande progetto la quale io faccio parte. Quattro anni fa arrivarono le chiamate del direttore Giannella e Guariglia per occuparmi del gruppo Giovanissimi Regionali 2002. Abbiamo fatto una bella stagione con quella squadra, in campionato siamo arrivato a un passo dalla finale playoff. Erano tanti anni che una compagine cilentana non raggiungeva un’obiettivo così, e questo è dovuto al grande lavoro che venne fatto in quel periodo di scouting da parte della società. La mia esperienza, poi, è proseguita con il settore giovanile, e infatti quest’anno guido la Juniores, un gruppo con il quale abbiamo fatto un discreto campionato. Ho incontrato persone fantastiche come il Presidente, il direttore Guariglia, e anche i nostri magazzinieri Marcello, Gerardo e Costabile. Mi trovo davvero in un’ambiente fantastico”.

Qual è l’arma vincente, secondo te, per la costruzione di un settore giovanile fruttuoso ed efficiente?

“Noi dobbiamo partire dalla base che è costituita da uomini e società che in questo caso a noi non ci ha mai fatto mancare nulla sotto tutti gli aspetti. Nel mio primo anno avevamo fatto le cose alla grande, dovevamo proseguire in quella direzione perché avevamo creato gruppi selezionati e dovevamo perseguire su quella linea. Al di là degli istruttori che devono essere gente esperta e capace, bisogna fare scouting e godere di un gruppo di 20 giocatori per ogni fascia di età. Questo è l’obiettivo. Anche sotto questo aspetto stiamo crescendo, perché la nostra scuola calcio è ricca di tesserati. Per i gruppi agonistici, invece, dobbiamo fare in più soprattutto per quanto riguarda 2003, 2004 e 2005 perché l’anno prossimo con i 2004 si andrà a formare un bel gruppo di Allievi Regionali, 2005 mini Allievi, e 2006 Giovanissimi puri. Su questi tre gruppi, compresi 2007, dobbiamo cercare di fare più scouting e di avere più possibilità di reclutare giocatori. Avere gruppi folti, di qualità e avere almeno 20 giocatori a disposizione per poter costruire qualcosa di importante”.

Come nasce la tua passione per il calcio?

“La mia passione per il calcio è nata perché abitavo a 100 metri da un campo sportivo. Nel 1977-78 ho visto più volte il Milan, e mi piacevano molto Maldera e Rivera. Rimasi affascinato dai colori rossoneri, e da lì è nata poi la passione per il calcio. Avendo il campo così vicino andavo sempre a giocare, non era come adesso che ci sono scuole calcio. C’erano campi di terra dove ci si incontrava con altri ragazzi e si iniziava a giocare. Ovviamente, però, guardo tutte le partite quando mi è possibile perché sono un grande appassionato”.

Qual è, secondo te, l’aspetto più importante da trasmettere ai ragazzi?

“L’aspetto più importante da trasmettere ai giovani è quello di essere tranquilli e di avere sicurezza nei propri mezzi, e fargli capire che bisogna sempre lavorare con grande spirito ed entusiasmo ascoltando i consigli dell’allenatore lavorando in settimana con grande sacrificio. Questo é il consiglio che posso dare ai giovani, perché solo attraverso il lavoro e la capacità di ascoltare il tecnico si può migliorare e conseguire traguardi importanti. Noi nel calcio abbiamo grandi esempi, giocatori che avevano qualità non eccelse che hanno fatto grandi carriere come, ad esempio, Gattuso, Colombo e tanti altri giocatori che non erano eccelsi dal punto di vista qualitativo ma che avevano grande spirito di sacrificio e grande capacità di lottare e mettersi a disposizione dell’allenatore”.

In cosa bisogna migliorare in Italia per quanto riguarda la valorizzazione dei giovani?

“Noi in Italia abbiamo meno coraggio rispetto agli altri paesi europei, perché se vediamo la Spagna, l’Olanda e la Francia ci sono giocatori molto giovani che hanno già fatto una carriera importante. L’esempio lampante è Mbappe del PSG e qualche altro giocatore che non menziono perché stiamo parlando di calciatori che hanno una qualità’ al di fuori dal comune. Sono dei campioni non costruiti, ma che ci sono già’ nati. Bisogna dire che noi dobbiamo avere più’ capacita’ di dare spazio ai giovani, soprattutto se hanno talento e qualità’. Molte volte questo viene precluso perché si tende a far giocare il giocatore piu’ esperto che ha più’ partite sulle spalle, pero’ io sostengo che se un giocatore ha qualità’ ed è giovane deve giocare e deve avere più’ spazio. I giovani rappresentano il futuro in tutto, e questo lo dimostrano molte squadre dove c’é un’eta’ media bassa e che allo stesso tempo portano a casa risultati. Più spazio e visibilità ai giovani, soprattutto se ha grandi qualità'”.

Cosa bisognerebbe instaurare, secondo te, per potenziare ancor di più il settore giovanile italiano?

“Bisogna partire da un presupposto iniziale che è quello che anche nel settore giovanile le squadre che hanno più’ risorse acquistano giocatori stranieri di qualità. Non ho nulla contro gli stranieri, ma dobbiamo prima salvaguardare il nostro calcio monitorando tutta l’Italia, da Lampedusa a Trento, analizzando se ci sono calciatori di qualità’. Oggi viviamo in una società’ dove non tutti si possono permettere di andare a scuola calcio, e ci sono molti ragazzi che hanno capacita’ e non vengono perché’ economicamente non possono permetterselo. Noi dobbiamo andare anche a scovare chi e’ quel giocatore che sta in strada, perché’ ai miei tempi noi giocavamo per strada mettendo le pietre per fare le partitelle. Per questo vediamo che i talenti vengono dalle zone più’ emarginate del mondo che socialmente hanno poco. Noi dobbiamo andare a scovare i talenti ovunque. Per salvare il nostro calcio dobbiamo prima pensare ai nostri giovani italiani, e posso garantire che ce ne sono davvero tanti. Un tecnico italiano disse che gli italiani hanno poca voglia di lavorare. Questo e’ un’elemento da prendere in considerazione, perché’ viviamo in una società’ iper consumistica dove ognuno di noi ha un telefono e un computer ed e’ più’ portato a stare vicino ad uno di essi e a giocare poco a calcio. Questo lo noto anche in alcuni ragazzi dove c’e’ poca voglia di venire al campo e di venire ad allenarsi. Dobbiamo essere bravi noi a stimolarli e a farli venire a giocare, facendoli divertire e dandogli queste direttive”.

Un consiglio ai bambini su cosa fare a casa durante l’emergenza coronavirus?

“Ai bimbi si possono dare diversi consigli in base allo spazio che loro hanno a disposizione, perché’ anche in questo caso la situazione attuale e’ un po’ discriminante.’ C’e’ chi vive in un condominio piccolo e chi un’abitazione privata dove ha a disposizione un giardino per giocare tutto il tempo che vuole. Chi abita in un condominio può’ divertirsi facendo i palleggi con la carta igienica, oppure usando i palloni di spugna cerando di giocare mettendo anche qualche bottiglia di plastica per fare gli slalom. Chi ha un giardino, ovviamente, ha più’ spazio per svariare. L’aspetto da prendere sempre in considerazione, comunque, è quello di giocare e divertirsi senza pensare ad altro”.

Polisportiva Santa Maria, ecco i provvedimenti anticoronavirus adottati

La Polisportiva Santa Maria 1932 comunica che tutte le attività del Settore Giovanile Scolastico, dall’Attività di Base al Settore Agonistico, inclusi gli allenamenti, sono state sospese fino al 15 marzo in ossequio al Comunicato ufficiale (n.81 del 5 marzo) del Comitato Regionale Campano della FIGC.

Contestualmente, in questi giorni, sarà eseguito un intervento di sanificazione di tutti gli ambienti dell’impianto sportivo “Antonio Carrano”.

Per quanto concerne, infine, le attività della Prima Squadra e dell’Under 19 Èlite, si comunica che la LND Campania ha sospeso le gare in calendario per la giornata dell’8marzo. Gli allenamenti della squadra di mister Pirozzi riprenderanno lunedì adottando tutte le misure cautelari e preventive volte al contenimento del rischio contagio dal Coronavirus (tra cui le porte chiuse), in attesa di disposizioni sulle prossime gare di campionato. Ci dispiace per i nostri affezionati tifosi che ogni pomeriggio seguono da vicino gli allenamenti, ma in questo momento di emergenza nazionale sono necessari senso di responsabilità e collaborazione da parte di tutti.

Clicca su questo link per leggere nel dettaglio il provvedimento.

Juniores, al “Carrano” passa il Costa d’Amalfi

Serata storta per la nostra Juniores che cede i 3 punti al Costa D’Amalfi.  Inizia subito in salita la partita per i nostri giallorossi che al 1′ vanno sotto per uno svarione difensivo che consente a Lambiase di ritrovarsi da solo davanti ad Amendola per il vantaggio ospite. La Polisportiva accusa il colpo psicologico e nonostante mister Solimeno abbia schierato una squadra molto giovane con sei 2003, quattro 2002 e soltanto un 2001, inizia a macinare gioco ed a costruire palle goal poi sprecate da Altieri A. al 10′ ed al 12′ dove il portiere ospite si esibisce con delle parate spettacolari. Al 20′ arriva il raddoppio beffa per i costieri su calcio di rigore realizzato da Lambiase. Al 22′ salvataggio sulla linea di un difensore costiero su tiro di Altieri M. Al 28′ ancora Altieri A. a cercare la via del goal, ma il portiere ospite si salva in angolo. Al 34′ tiro di Avallone alto sulla traversa. Il primo tempo termina sullo zero a due. Ad inizio ripresa mister Solimeno effettua quattro cambi, entrano Nicoletti, Criscuolo, Pisani e Salurso. La supremazia territoriale é netta ma gli avanti giallorossi non riescono a concretizzare le innumerevoli palle goal costruite. Al 66′ la Polisportiva riapre la gara, Di Mauro accorcia con con un perfetto colpo di testa su calcio d’angolo perfettamente battuto da Funicello. Al 73′ é 3 a 1 Costa D’Amalfi in contropiede con Rumolo. Il Costa D’Amalfi é chiuso nella propria area di rigore a difendere il risultato, é evidente la differente esperienza vista la differenza di età tra le due squadre. I costieri sono scesi in campo con tre 2000, quattro 2001 e quattro 2002. All’86’ tiro di Pecora di poco alto. Al 92′ grande parata del portiere ospite su tiro di Criscuolo. Al 93′ arriva il 2 a 3 su calcio di rigore realizzato da Salurso ed al 94′ l’arbitro fischia la fine. A fine gara il tecnico dei giallorossi Solimeno commenta: “Abbiamo regalato 2 goal ed un tempo agli avversari, il secondo tempo abbiamo creato tanto e concretizzato troppo poco. Meritavamo molto di piú per quello che si é visto in campo”.

 

Pol. S.Maria: Amendola, Pisano, Pecora, Di Martino, Okojew, Paragano, Altieri A., Di Caterina, Di Mauro, Funicello, Altieri M. A disp.: Formicola, Guariglia G., Guariglia L., Pisani, Salurso, Nicoletti, Criscuolo, Marotta, Meola. All. Solimeno

Costa D’Amalfi: Milione, Dell’Isola, Nenna, Avallone, Amato, Lambiase, Reale, Buonocore M., Rumolo, Caso, Siani. A disp.: Imparato, D’Amato, Gambardella, Buonocore G., Esposito, Amato. All. Lambiase

 

Juniores, cilentani sconfitti a Giffoni Sei Casali

Non un bel turno di campionato per la nostra Juniores che sul campo di Prepezzano ha ceduto ai pari età del Giffoni Sei Casali per 4 a 2. Dopo una prima fase di studio dove entrambe le squadre si controllano a centrocampo, al 24′ il Sei Casali passa in vantaggio rompendo l’equilibrio, classica azione di contropiede e Gubitosi finalizza a tu per tu con Amendola. Al 31′ Di Mauro recupera palla a centrocampo e si invola verso il portiere di casa ma si lascia ipnotizzare e fallisce la rete del pareggio. Al 35′ Altieri A. supera 3 avversari ed entra in area e viene atterrato vistosamente da Cardillo ma l’arbitro lascia proseguire negando un rigore nettissimo. Al 40′ Saponara entra in area e tira ma Amendola si salva in angolo togliendo la palla dall’incrocio. Al 45′ pareggio giallorosso con Cavallo A., classe 2003, oggi esordiente nel campionato juniores Elíte. Il primo tempo termina sul punteggio di 1 a 1.

La seconda frazione inizia subito con un cambio da parte di mister Solimeno che butta nella mischia il giovane centrocampista Marotta Mattia, classe 2004, a ch’egli esordiente nel campionato juniores Elíte. Al 48′ Di Mauro si allunga sulla sinistra, appoggia per l’accorrente Cavallo che tira di prima intenzione sfiorando la doppietta personale. Al 59′ Sei Casali avanti con un colpo di testa da due passi di Saponara lasciato solo da Nicoletti. Al 67′ Kamga ruba palla sulla trequarti a Funicello e con un tiro in diagonale porta a tre le marcature per il Sei Casali, un minuto dopo, al 68′ Altieri A. segna il goal del 3 a 2 in contropiede approfittando di una distrazione difensiva. Passano 2′ ed il Sei Casali segna il 4 a 2, Fortunato approfitta di un buco difensivo giallorosso e si presenta a tu per tu con Amendola che lo trafigge. Al 76′ Altieri M. serve un’occasione d’oro al gemello Andrea che non approfitta e perde il tempo per calciare la palla in rete. A fine gara mister Solimeno commenta: “Mi dispiace per il risultato ma sono contento per i due esordienti di oggi, Cavallo Antonio, classe 2003 ha esordito con goal e sono soddisfatto anche dell’approccio a questa categoria di Marotta Mattia, classe 2004, due giovani di buone speranze per le nostre squadre giovanili del futuro“.

IL TABELLINO

Giffoni Sei Casali – Pol. S.Maria 4 – 2

Giffoni Sei Casali: Tancredi, Bianco, Cardillo, Caserta, Casola, Cavaliero, Fortunato, Giordano, Gubitosi, Saponara, Kamga. A disp: Celetta, Marena, Malandrino, Munno. All. Ronga

Pol. S.Maria: Amendola, Cavallo A., Pecora, Di Martino, Paragano, Nicoletti, Di Mauro, Meola, Altieri A., Funicello, Altieri M. A disp.: Guariglia G., Guariglia L., Marotta. All. Solimeno

Juniores corsara contro la Calpazio, ottima prova per la squadra di Solimeno

Vittoria sofferta ma meritata per i nostri giovani della Juniores che ieri pomeriggio hanno avuto la meglio sui pari età della Calpazio nel Campionato Juniores Elíte. La cronaca. Fin dalle prime battute i giallorossi hanno la supremazia territoriale, al 13′ Guariglia L. si divora un goal fatto da due passi calciando alto. Al 17′ verticalizzazione di Altieri A. per il fratello Michele che tira in diagonale sfiorando il vantaggio giallorosso. La Polisportiva attacca e la Calpazio si limita a difendere con ordine cercando le ripartenza con Scarcello prontamente fermato dagli uomini di mister Solimeno. Al 43′ Guariglia L. a tu per tu con il portiere di casa si lascia ipotizzare calciando debolmente addosso a Fortunato. Dopo 2′ recupero l’arbitro manda le squadre a riposo. Il secondo tempo inizia a ritmi altissimi per i giallorossi, al 48′ Funicello sfiora l’incrocio direttamente da calcio di punizione. Al 51′ Pisani Manuel, classe 2003 fa l’esordio con la Juniores prendendo il posto di Guariglia L. Al 53′ Polisportiva in vantaggio con Magno che finalizza in una mischia in area dopo un calcio d’angolo ben battuto da Funicello. Al 59′ distrazione difensiva di Criscuolo si fa rubare palla al limite dell’area da De Vivo che tira di prima intenzione, ma Giletta salva la porta con una parata strepitosa. Al 77′ Pisani recupera palla sulla linea di fondo, appoggia per Altieri M. che tira ma il portiere devia in angolo. Al 78′ l’arbitro concede un rigore per atterramento di Pisani che Funicello fallisce lasciandosi ipotizzare da Fortunato per il possibile raddoppio. All’85’ Funicello, oggi sicuramente il migliore in campo, prova a rifarsi del rigore sbagliato con un tiro dal limite che sorvola di poco la traversa. Dopo 3′ di recupero l’arbitro fischia la fine dell’incontro. A fine gara Solimeno commenta: “Sono contento per la vittoria, ottenuta su un campo sempre difficile, sono contento perché questa vittoria sofferta é frutto della qualità dei ragazzi ed oggi in campo c’erano ben sei 2003 ed un 2004, segno che nel nostro settore giovanile ci sono elementi validi per poter ambire a posizioni piú alte in classifica“.

 

IL TABELLINO

Calpazio 0-1 Pol. S.Maria

Calpazio: Fortunato, Guarino, Mondelli, Cappuccio, Troncone, Taddeo, Farabella, Infante, De Vivo, Rinaudo, Scarcello. A disp.: Marino, Puca, Ciravolo. All. Pecora

Pol. S.Maria: Giletta, Pecora, Pisano, Di Martino, Nicoletti, Criscuolo, Altieri A., Magno, Guariglia L., Funicello, Altieri M. A disp.: Amendola, Guariglia G., Montano, Pisani, Salurso, Meola. All. Solimeno

 

Juniores, sconfitta casalinga contro il Castel San Giorgio

Brutta serata per la juniores giallorossa che cede in casa ai pari età del Castel S.Giorgio per 5 a 0. La cronaca. Al primo affondo al 4′ il Castel S.Giorgio passa in vantaggio con Veneziano con un perfetto diagonale inparabile per Giletta. Al 10′ giallorossi vicini al pari con una punizione ben battuta da Della Torre che sfiora il palo alla destra del portiere ospite.

Nella parte centrale del primo tempo le squadre si controllano senza trovare il piglio giusto fino al 41′ quando Altieri M. di testa spedisce la palla fuori sfiorando il pareggio. Al 48′ raddoppio del Castel S.Giorgio con Pontone su calcio di rigore generoso concesso  dall’arbitro. La seconda frazione inizia con la Polisportiva in avanti per cercare di riaprire la gara, si gioca in una sola metà campo ed al 60′ occasionissima per Altieri A. per accorciare ma il portiere ospite si esibisce in una grande parata.

Al 63′ Polisportiva in 10 per l’espulsione di Della Torre per doppia ammonizione che sancisce praticamente la fine della gara per la Polisportiva. Passano  4 minuti ed al 67′ terzo gol del Castel S.Giorgio in contropiede con Veneziano. Al 71′ quarto goal degli ospiti ancora in contropiede dopo una ghiotta occasione sprecata da Morena. All’85’ quinto goal ospite ancora in contropiede.
All’88’ i giallorossi perdono un’altro pezzo importante, Vito Morena é costretto ad uscire anzitempo dal campo per un’infortunio al ginocchio. L’unica nota positiva di stasera é stato l’esordio nel campionato U19 Elíte di Guariglia Giuseppe, classe 2004 di grandi prospettive.

 

Pol  S.Maria 0-5 Castel S.Giorgio

Pol. S.Maria: Giletta, Pisano, Pecora, Della Torre, Nicoletti, Paragano, Motena, Federico, Altieri, A., Funicello, Altieri M. A disp. Amendola, Guariglia G., Di Martino, Guariglia L., Criscuolo, Meola. All. Solimeno

Castel S.Giorgio: Stile, Esposito, Scala, Iovine, Avino, Oliva, Martinello, Iamunno, Veneziano, Pontone, Notari. A disp.: Piazza, Russo, Viscardi, Accarino, Di Feo, Moschella, Pepe, Sorrentino, Marino. All. Prisco

Juniores, pari in trasferta contro il Faiano

Ottimo pareggio per i nostri giovani giallorossi sul campo del Faiano, diretta concorrente per la qualificazione ai play off. 2 a 2 é il risultato finale.  Il Faiano parte subito aggressivo, ma la Polisportiva si difende chiudendo tutti gli spazi. Dopo i primi 10′ di attacco dei padroni di casa, i giallorossi iniziano a macinare gioco e al 13′ passano in vantaggio: passaggio ad infilare di Altieri M. per il gemello Andrea che fa sedere Ferro in piena area biancoverde e con un perfetto diagonale infila Apicella. Al 20′ tiro di Morena dalla trequarti parato a terra da Apicella, un minuto dopo Altieri A. sfiora lo 0 a 2 con un tiro che sfiora il palo alla destra del portiere di casa. Al 22′ Morena recupera palla in pressione, appoggia per Altieri M. che di prima serve il secondo assist per la doppietta di Andrea, 0 a 2 giallorosso. Al 25′ contropiede del Faiano che finalizza con un colpo di testa di Erra, ma la palla colpisce il palo esterno. Al 40′ disattenzione difensiva su calcio d’angolo ed il Faiano accorcia, Rega firma l’1 a 2. Il primo tempo termina con i giallorossi in vantaggio.

La seconda frazione inizia col Faiano intento a recuperare il risultato: al 61′ tiro di La Rocca parato a terra da Giletta. Al 69′ pareggio del Faiano su calcio di rigore concesso generosamente dall’arbitro e trasformato da Marino. Il Faiano attacca ma la difesa giallorossa si difende con ordine con gli ottimi Paragano e Okojew. La Polisportiva si limita alle ripartenza per cercare di colpire in contropiede con Di Mauro marcato da tre difensori avversari. Allo scadere, la Polisportiva sfiora il colpaccio con un pallonetto di Salurso dal vertice sinistro dell’area che termina fuori di pochissimo a portiere battuto, mentre al 94′ Giletta si supera con una parata strepitosa che salva il risultato deviando la palla sul palo tirata da Somma.  A fine gara mister Solimeno ha commentato: “Siamo partiti bene nonostante le assenze, abbiamo contenuto gli avversari per i primi 15 minuti e poi abbiamo avanzato il baricentro giocando a calcio e mettendo alle corde il Faiano. Mi sono piaciute le azioni dei due goal a dimostrazione che quando giochiamo la palla possiamo affrontare qualsiasi squadra. Peccato per la disattenzione a fine primo tempo che ha rimesso in partita il Faiano e non voglio commentare il rigore concesso generosamente dall’arbitro”.

Juniores, sconfitta al “Carrano” contro il Buccino

Pomeriggio piovoso al Carrano dove si sono affrontate leJuniores della Polisportiva e del Buccino. È andata male ai giallorossi che si sono dovuti arrendere ai pari età rossoneri per 4 a 0, punteggio che non rispecchia quello che si é visto in campo. Squadre contratte sin dai primi minuti, nessuna delle due squadre trova il piglio giusto per infilare la difesa avversaria. Al 34′ é il Buccino a sfiorare il vantaggio, ma Grieco si oppone con un grande intervento deviando in angolo una punizione dal limite ben battuta da Gibba. Al 44′ Gibba, in netto fuorigioco come ultimo uomo davanti a Grieco non ravvisato dall’arbitro, porta in vantaggio il Buccino deviando in rete un tiro di Maltempo. Il primo tempo termina con i giallorossi sotto di una rete. Nel secondo tempo i ragazzi di Solimeno entrano in campo ben motivati a recuperare il risultato, al 46′ tiro di Federico parato a terra dal portiere ospite. Il Santa Maria attacca, i consigli di mister Solimeno consentono ai giallorossi di padroneggiare a centrocampo. Al 62′ Polisportiva vicinissima al pareggio con Konios direttamente da calcio di punizione che colpisce la traversa, capovolgimento di fronte ed il Buccino raddoppia con Ciuffi. Al 66′ altra occasione per la Polisportiva con Nicoletti che non approfitta su calcio d’angolo battuto da Federico. Passano 2′ ed i giallorossi rimangono in 10 per l’espulsione di Nicoletti che di fatto chiude i conti. All’83’ arriva il 3 a 0 rossonero ad opera di Pisano. Al 93′, terzo ed ultimo minuto di recupero, arriva anche il 4-0 di Jammeh, di testa da calcio d’angolo. A fine gara mister Solimeno ha commentato così: “Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi per l’impegno che ci hanno messo oggi, non era una gara semplice vista la differenza di età e la fisicità degli avversari. Mi dispiace per la svista arbitrale sull’ 1 a 0 a fine primo tempo, il fuorigioco era nettissimo”.

IL TABELLINO

Pol. S.Maria – Buccino Volcei 0 – 4

Pol. S.Maria: Grieco, Pisano, Konios, Morena, Nicoletti, Paragano, Di Caterina, Federico, Guariglia, Funicello, Altieri A. A disp.: Amendola, Di Martino, Pecora, Criscuolo, Montano, Altieri M., Magno. All. Solimeno

Buccino Volcei: Morriello, Barbella, Capacchione, Jammeh, Lammardo, Maltempo, Gibba, Pisano, Ciuffi, Rocco, Longobardi. A disp.: De Micco, Luordo, Martorelli, Di Marino, Diallo, Grassano Pizzuti. All. Quinteri

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this