PARI GIALLOROSSO IN CASA DEL ROTONDA

Pareggio in casa del Rotonda per la Polisportiva Santa Maria al termine di una gara in cui i cilentani avrebbero meritato decisamente qualcosa in più. Finisce, infatti, 0 a 0 tra le recriminazioni dei giallorossi per almeno tre occasioni da rete nitidissime e un calcio di rigore negato nel primo tempo dal direttore di gara. Nonostante le assenze, tra infortuni e squalifiche, la squadra di mister Esposito non sfigura affatto al cospetto di un Rotonda che sta attraversando un buon momento in campionato. Giallorossi pericolosi al 4’ con Tompte, fermato in area di rigore in maniera sospetta dai calciatori in maglia verde. I cilentani ci riprovano un minuto dopo con Bozzaotre, respinge con i guantoni Polizzi. La formazione di mister Esposito è propositiva, dal suo canto il Rotonda non riesce a sfondare dalle parti di Romanelli e compagni. Il primo acuto lo firma Camacho al 28’ con un tiro dal limite, Grieco si distende e smanaccia la sfera. Al 30’ la formazione giallorossa grida a gran voce un calcio di rigore perché un calciatore lucano frana letteralmente su Tompte, per Caruso di Viterbo è tutto regolare. Nel finale del primo tempo, brutto colpo per Simonetti, gara ferma per alcuni minuti. Il capitano terminerà la gara con una vistosa fasciatura alla testa. Proprio allo scadere, poi, slalom di Coulibaly, per la Polisportiva, e miracolo di Polizzi. Nella ripresa, il copione non cambia, sono gli ospiti a fare la partita. Al 4’ discesa di Konios e conclusione imprecisa per l’esterno greco. Quattro minuti dopo nitidissima palla gol per Tompte, servito da Bozzaotre, e diagonale fuori di un soffio. Al 21’, poi, tentativo alto sopra la traversa per Bozzaotre. Il Rotonda si fa vedere con un calcio piazzato di Ferreira, smanacciato in corner da Grieco. Poco prima della mezz’ora, un’altra palla gol per la Polisportiva con Tompte che elude l’intervento di Polizzi e  da posizione non riesce a spingere il pallone in rete. Nel finale del match, non succede nulla di particolare. Il Rotonda si affida ai calci lunghi, ma la difesa giallorossa respinge con ordine. Al 49’, c’è tempo anche per un’occasione con Giovanni Romano, ma il suo colpo di testa è alto. Un punto importante per i giallorossi che, dopo due sconfitte consecutive, tornano a sorridere.

 

IL TABELLINO

ROTONDA (3-5-2): Polizzi; Giordano (29’ st Calaiò), De Santis, Sanzone (1’ st Tourè); Saverio, Coulibaly D. (1’ st Fricano), Boscaglia, Camacho, Valenti; Ferreira (27’ st Diop), Adeyemo (13’ st Goretta). A disp.: Kapustinis, Guida, Santamaria, Tuninetti. All. Boncore.

POLISPORTIVA SANTA MARIA (3-4-3): Grieco; Chiariello, Romanelli, De Gregorio; Bozzaotre, Coulibaly K., Simonetti, Konios; Tompte (29’ st Maggio), Tandara (46’ st Romano G.), Ragosta. A disp.: Polverino, Paragano, Della Torre, Citro, Lambiase, Strumbo, Caponigro. All. Esposito

Arbitro: Gerardo Simone Caruso di Viterbo (De Chirico-Massari)

Note: campo sintetico, giornata soleggiata. Ammoniti: Ferreira, Goretta, Fricano, Coulibaly K., Maggio. Angoli: 5 a 2. Recupero: 4’ pt e 6’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Giallorossi decimati dagli infortuni nel turno infrasettimanale contro il Rotonda

E’ una Polisportiva Santa Maria “incerottata”, quella che si appresta ad affrontare il turno infrasettimanale contro il Rotonda. Infermeria, purtroppo, pienissima per il club giallorosso alla vigilia del difficile match sul sintetico di “Di Sanzo” contro la formazione lucana. L’ultima della lista, solamente in ordine cronologico, è il capitano, Francesco Campanella, che ne avrà almeno per un mese a causa di una frattura a due costole. Fermi ai box ancora anche Pastore, Vincenzo Romano e Sagliano. Anche per loro i tempi di recupero non sono brevi. Nella lista figurano anche Mansi, lungodegente, Romanelli e Dentice, questi ultimi due solamente da pochi giorni hanno ripreso ad assaggiare l’erba sintetica del “Carrano”. Condizioni fisiche non ottimali anche per Domenico Maggio, monitorato costantemente dallo staff sanitario giallorosso. Infine, a completare il quadro, per il turno infrasettimanale, si aggiungono le squalifiche di Capozzoli (1 gara), Maio (1 gara) e Foufoue (2 gare).

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

DERBY DEL CILENTO AMARO, VINCE LA GELBISON

Il derby del Cilento se l’aggiudica la Gelbison espugnando il “Carrano” per 1 a 0 grazie alla rete di Gagliardi al quarto d’ora del primo tempo. Gara condizionata dal cartellino rosso dopo sei minuti di Capozzoli che ha costretto i giallorossi a giocare in inferiorità numerica per 84 minuti. Proteste giallorosse per un intervento, più o meno simile, al 3’ di gioco di Graziani nel cuore nevralgico del campo. Ne esce fuori, dopo il vantaggio numerico dei rossoblù, una partita poco piacevole e con poche emozioni, con la Polisportiva che, tuttavia, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo per cercare di raddrizzare il match fino alla fine. La gara si apre proprio con il rosso di Capozzoli al 6’ di gioco con un intervento a centrocampo su un calciatore rossoblù, giudicato da rosso dal direttore di gara. Il cartellino rosso condiziona le scelte di mister Esposito, mentre la Gelbison prova subito ad accelerare. E ci riesce bene sfruttando al 15’ una palla inattiva di Uliano, colpita di testa da Gagliardi, per il vantaggio dei vallesi. La Polisportiva riesca di capitolare al 20’ quando Sparacello, su un’uscita quasi a centrocampo di Grieco,  potrebbe segnare il gol del raddoppio.  I giallorossi tengono botta e ci provano con un paio di traversoni di Maio, che Mautone e compagni gestiscono senza problemi. Nel finale, occasionissima per Graziani che con un bel piattone colpisce il palo a portiere battuto. Nella ripresa, giallorossi insidiosi al 6’ con una punizione di Konios, palla alta. La Gelbison amministra senza correre particolari problemi, la squadra giallorossa cerca di sfruttare al massimo i calci piazzati, senza però riuscirci. Al 21’ trema però la Gelbison sulla punizione di Maggio che costringe D’Agostino a un intervento goffo, ma decisivo. I vallesi rispondono due minuti dopo con Maiorano, sempre da calcio piazzato, Grieco vola e devia in corner. Nel finale del match, Santa Maria ancora pericoloso su calcio di punizione di Domenico Maggio, con il pallone che sfiora il palo della porta vallese. Il forcing finale dei padroni di casa, che terminano in nove per l’espulsione in pieno recupero di Foufoue, non produce risultati e la gara termina così per 0 a 1.

 

IL TABELLINO

POLISPORTIVA SANTA MARIA (3-4-3): Grieco; Chiariello, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre (4’ st Citro), Maio (31’ st Romano G.), Coulibaly, Konios (19’ st Foufoue); Capozzoli, Maggio, Tandara (16’ st Tompte). A disp.: Polverino, Simonetti, Ragosta, Lambiase, Strumbo. All. Esposito.

GELBISON (3-5-2): D’Agostino; Onda (31’ st Bonfini), Maiorano (36’ st Pipolo), De Foglio; Romano, Uliano, Mautone (33’ st D’Orsi), Bruno, Graziani; Gagliardi, Sparacello (31’ st Stancarone). A disp.: Simoncelli, Di Fiore, Coiro, Dayawa, Ziroli. All. Ferazzoli.

Arbitro: Marco Marchioni di Rieti (Munitello-Gizzi)

Reti:15′ pt Gagliardi

Note: campo in erba sintetica, giornata soleggiata. Espulsi: 6’ pt Capozzoli e 48’ st Foufoue. Ammoniti: Maio, Coulibaly, Mautone, Gagliardi, De Foglio, Maiorano. Angoli: 2 a 3. Recupero: 1’ pt e 5’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

PRIMA SCONFITTA AL “CARRANO” PER I CILENTANI, VINCE IL TROINA

Nel recupero della nona giornata contro il Troina arriva la prima sconfitta casalinga per la formazione cilentana. I giallorossi di mister Esposito cedono l’intera posta in palio ai siciliani che vincono 2 a 1 grazie alle reti di Di Grazia e Ficarrotta, nel mezzo il momentaneo pari di Chiariello. Gara vivace all’inizio, contraddistinta soprattutto per le numerose traverse colpite: al 7’ calcio d’angolo per il Troina e traversa di Neri su colpo di testa. Lo stesso Neri al 10’, ancora sugli sviluppi di corner, è bravo a colpire di testa anticipando tutti. Palla fuori di poco. Al 18’ risposta Polisportiva con cross di Maio e colpo di testa di Maggio che centra la traversa. Al 31’ si sblocca l’incontro: contropiede dei ragazzi di Mascara, e gol di Di Grazia, bravo a superare alle spalle Konios e a scaricare un destro potente che non lascia scampo a Grieco. I giallorossi non ci stanno, e al 42’ un colpo di testa di De Gregorio sfiora il pareggio. Un primo tempo piuttosto equilibrato, ma ad avere la meglio sono stati gli ospiti che hanno sfruttato al meglio l’unica occasione registrata. Nella ripresa, entra Capozzoli e si fa subito sentire al 9’ a tu per tu con Aiolfi che intercetta un tiro che sembrava già in porta. Al 21’ altra grande occasione per i padroni di casa, con il salvataggio sulla linea di Longo su tiro a botta sicura di Coulibaly dopo l’assist di Maggio. Alla mezzora, gli sforzi della squadra di Esposito vengono ricompensati: pareggio con Chiariello su un calcio di punizione battuto da Capozzoli. Il difensore è stato bravo a farsi trovare pronto dopo la respinta del portiere proprio addosso al neo acquisto giallorosso. Nemmeno il tempo di gioire, un minuto dopo, che arriva la doccia fredda, un botta e risposta incredibile che porta al gol di Ficarrotta su un’ingenuità della squadra giallorossa. A tempo praticamente scaduto e con gli schemi ormai andati in fumo, miracolo di Aiolfi sul pallonetto di Tandara che ha assaporato per un istante la gioia del pareggio, negato ancora una volta dall’abilità del portiere ospite. Tre punti d’oro per il Troina che sale a quota 19 punti in classifica. Battuta d’arresto casalinga (la prima) per la Polisportiva che non riesce a dare seguito alla vittoria ottenuta contro il Cittanova Calcio

 

IL TABELLINO

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Lambiase (15’st Chiariello), Campanella, De Gregorio; Fofoue, Coulibaly, Maio, Konios; Tompte (15’ st Capozzoli), Maggio, Ragosta (18’ Tandara). A Disp: Polverino, Simonetti, Citro, Bozzaotre, Strumbo, Romano G. All. Esposito

Troina (4-3-3): Aiolfi; Popolo, Neri, Longo, Ciccone; Guerci (20’st Palermo), Cenci (44’st Mascara), Di Grazia; Ficarotta, Balistreri, Aperi (41’st Nania). A disp.: Li Vosi, Puleo, Diara, Giuffrida, Santoro, Dembele. All. Mascara

Arbitro: Federico Muccignato di Pordenone (Martone-Cozzuto)

Reti: 31’ pt Di Grazia, 30’st Chiariello, 31’st Ficarrotta

Note: Gara a porte chiuse. Cielo nuvoloso. Campo sintetico. Ammoniti: Balestrieri, Chiariello, Cenci, Ciccone, Esposito, Mascara. Angoli: 8 a 4. Recupero: 2’ pt, 5’ st

 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

CALCIO MERCATO, CHIARIELLO TORNA IN GIALLOROSSO

Stefano Chiariello torna a vestire la maglia della Polisportiva Santa Maria. Il difensore salernitano, classe 1996, protagonista con i cilentani l’anno scorso in Eccellenza, è già a disposizione di mister Esposito. Per lui, ieri pomeriggio, contro il Cittanova Calcio, è arrivato anche l’esordio, nei minuti finali del match vinto per 3 a 0.

Chiariello, nella prima parte di stagione, prima dello stop, ha giocato in Eccellenza con l’Agropoli, con cui aveva già disputato in passato due campionati di serie D.

“Sono felice di poter vestire nuovamente la maglia della Polisportiva Santa Maria – afferma Chiariello – Grazie alla società per la fiducia che spero di poter ricambiare sul campo”

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

GIOVENTU’ GIALLOROSSA SUPER, VITTORIA CONTRO IL CITTANOVA CALCIO

Tre punti preziosi contro la Cittanovese per la Polisportiva Santa Maria. I giallorossi di mister Esposito liquidano i calabresi con un secco 3 a 0. Sotto un cielo sereno, ma un freddo a dir poco polare, la squadra giallorossa, decimata dalle assenze, cerca punti per riscattare la sconfitta esterna sul campo dell’Acireale. E ci riesce alla grande, trascinata da Tompte e Foufoue, due dei sei under in campo dal primo minuto. A spezzare l’equilibrio del match ci pensa al 22’ Ragosta con un calcio di punizione che non lascia scampo a La Cagnina. Tiro non potentissimo, ma angolato. Dal 30’ è show da parte di Tompte: piattone all’interno dell’area di rigore, e miracolo del portiere che da distanza ravvicinata devia in angolo. Poco dopo, al 33’, è sempre l’esterno di Esposito che da posizione defilata lascia partire un destro che accarezza il palo e termina fuori. Al 37’ ancora Tompte con un tiro dalla distanza respinto da La Cagnina senza particolari difficoltà. Cittanovese mai pericolosa, se non l’unico squillo arrivato al 42’ con un tiro di Petrucci. Bravo Grieco a respingere in angolo un tiro forte. Primo tempo equilibrato. Brava la Polisportiva a concretizzare l’occasione su punizione e chiudere avanti di un gol il primo tempo. Nella ripresa, gli ospiti sfiorano il pari con una doppia traversa al 10’ di Silenzi e Crucitti. E resterà l’unico acuto del secondo tempo perché poi la Polisportiva risale in cattedra con Tompte che riscalda nuovamente i guantoni di La Cagnina. Il raddoppio giunge al 15’ con un potente tiro-cross di Konios, deviato in rete dal portiere del Cittanova. Giallorossi ancora pericolosi nella seconda parte del match, sfruttando la velocità e la potenza di Tompte. Al 35’ st tris Polisportiva grazie alla giocata fulminante di Fofoue che crossa all’interno dell’area di rigore, trovando ancora una deviazione del Cittanova nella propria porta. Nel finale, è accademia per la Polisportiva Santa Maria, che gestisce così il triplo vantaggio fino al fischio finale del direttore di gara.

 

IL TABELLINO

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Lambiase, Campanella, De Gregorio; Fofoue, Coulibaly (47’ st Guadagno), Maio (37’ st Simonetti), Lambiase, Konios (42’ st Chiariello); Tompte (44’ st Romano G.), Maggio, Ragosta (31’ st Tandara). A disp.: Polverino, Capozzoli, Citro, Strumbo. All. Esposito.

Cittanova Calcio (3-5-2): La Cagnina; Miceli, Scuderi, Alfano; Petrucci, Crucitti (41’ st Viola), Lo Nigro (33’ st Cosenza), Fuschi (41’st Meola), Larosa (13’ st Dorato); Napolitano (25’ st Corso), Silenzi. A disp.: De Simone, Losasso, Ndreu, Isabella. All. Nocera.

Arbitro: Giorgio Bozzetto di Bergamo (Leonardi-Brizzi)

Reti: 21’ pt Ragosta, 15’ st Konios, 35’st Fofoue

Note: giornata soleggiata e ventosa, campo in erba sintetica. Ammoniti: Miceli, Maggio, Maio. Angoli: 3 a 3. Recupero: 0’ pt e 5’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Recuperi, contro il Troina si gioca il 17 febbraio

La Lega Nazionale Dilettanti ha reso noto il calendario dei recuperi che si disputeranno il prossimo 17 febbraio. Tra le gare in calendario c’è anche Polisportiva Santa Maria – Troina, recupero della nona giornata d’andata del girone I. La gara si disputerà allo stadio “Antonio Carrano” di Santa Maria di Castellabate (Sa) alle ore 14.30.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

RIMONTA ACIREALE, GIALLOROSSI SCONFITTI NELLA RIPRESA

 La Polisportiva Santa Maria esce sconfitta dallo stadio “Aci e Galatea” di Acireale contro la locale formazione per 2 a 1. Avanti nel primo tempo con Maggio, i giallorossi subiscono la rimonta acese nella ripresa con Rizzo e Savanarola, giocando l’ultimo quarto d’ora con nove uomini per gli infortuni di Vincenzo Romano e Pastore, con i cinque cambi esauriti. I giallorossi entrano in campo con il piglio giusto, mostrando subito grande personalità contro l’Acireale, una delle più accreditate al salto di categoria. Il palleggio cilentano viene premiato al 12’ quando Capozzoli mette il turbo e brucia i suoi avversari costretti a fermarlo con le cattive in area di rigore. Il direttore di gara, Viapiana di Catanzaro, decreta un calcio di rigore che Domenico Maggio, con grande freddezza, realizza per il vantaggio della Polisportiva. Gli acesi provano a reagire, ma senza impensierire la squadra cilentana, che nel frattempo deve rinunciare a Capozzoli per un infortunio. E, al 23’, è ancora la Polisportiva però a rendersi pericolosa con una ripartenza di Ragosta. L’Acireale si fa vedere per la prima volta dalle parti di Grieco poco prima della mezz’ora con un colpo di testa di Rizzo bloccato dal portiere classe 2002.

Gli amaranto continuano ad affidarsi ai lanci dalla trequarti, ma la Polisportiva Santa Maria non corre particolari pericoli.  Poi, in contropiede, è ancora Ragosta a far viaggiare Tandara, entrato al posto di Capozzoli, che viene però anticipato in corner  sul più bello. Nel finale, i padroni di casa ci provano ancora con Rizzo, ma Grieco blocca e si va al riposo sullo 0-1. Nella ripresa, la squadra casalinga la rimonta, trovando il primo gol al 16’ dagli undici metri con Rizzo. I giallorossi, tre minuti prima, hanno però anche la palla dello 0-2 con un tiro di Bozzaotre che si stampa sul palo interno, tra le imprecazioni dei cilentani. È la dura legge del calcio perché poi l’Acireale trova il pari. La squadra di casa prova a trovare subito anche il secondo gol, che trova al 28’, con Savanarola, che approfitta di una palla sporca e supera per la seconda volta Grieco. La squadra di mister Esposito, nonostante lo svantaggio, non demorde, cercando di raddrizzare il match. Poi, nell’ultimo quarto d’ora, si abbatte la  sfortuna sui giallorossi, che perdono per infortunio anche Vincenzo Romano e Pastore. Nonostante la doppia inferiorità, i cilentani recriminano per due episodi dubbi nell’area di rigore acese, soprattutto per un fallo a 3’ minuti dalla fine su Maggio. Ma anche all’ultimo istante, Campanella e compagni mettono i brividi all’Acireale, tra le proteste per un tocco con le mani nel cuore dell’area di rigore, senza però riuscire a cambiare le sorti del match che termina 2 a 1.

Tabellino

Acireale (3-5-2): Mazzini; Silvestri, Viscomi, Orlando (1’ st Souare Talla); La Vardera D., Cozza (49’ st Ba), Buffa, Savanarola, Mauceri (14’st Cannino); Rizzo (44’ st Tumminelli), Pozzebon. A disp.: Ruggiero, Celentano, Joao Pedro, Iaia, La Vardera C. All.: Pagana.

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Pastore, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre, Maio, Coulibaly (8’ st Citro), Sagliano (8’ st Strumbo); Capozzoli(22’ pt Tandara, 29’ st Romano V.), Maggio, Ragosta (29’ st Romano G.). A dis.: Polverino, Lambiase, Simonetti, Foufoue. All. Esposito.

Arbitro: Felipe Salvatore Viapiana di Catanzaro (Sciammarella-Bartoluccio)

Reti: 13’ pt Maggio su rig.; 16’ st Rizzo su rig; 28’ st Savanarola.

Note: giornata soleggiata, campo in erba naturale. Ammoniti: La Vardera D., Buffa, Cozza, Savanarola, Campanella, Sagliano, Maggio, Romano G. Angoli: 5 a 1. Recupero: 3’pt e 6’st

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

LA POLISPORTIVA RICOMINCIA DA TRE, BIANCAVILLA SCONFITTO AL “CARRANO”

La Polisportiva Santa Maria torna a sorridere. Lo fa allo stadio “Carrano” nel turno infrasettimanale contro il Biancavilla per 3 a 0. Prima vittoria nel 2021 per la squadra di mister Esposito grazie alle reti, tutte nella ripresa, segnate da Ragosa, Vincenzo e Giovanni Romano. Primo tempo molto equilibrato con pochi spunti da entrambe le parti. Il primo squillo è firmato da Ragosta al 20’, ma il suo tiro termina sul fondo. La Polisportiva Santa Maria potrebbe far male al 24’ con la testa si Maggio, sugli sviluppo di un angolo, ma la palla finisce sul fondo. Altra palla nitida sui piedi di Ragosta al 26’, innescato da Maggio, e pallone alto sopra la traversa. Il Biancavilla si affaccia dalle parti di Grieco alla mezzora con Ferrante, conclusione ravvicinata e pallone fuori. Il match si ravviva nella ripresa con la Polisportiva che va in vantaggio al 7’ con Ragosta: raccoglie un assist al bacio di Capozzoli e con un colpo di testa non lascia scampo a Genovese. Gli ospiti, due minuti dopo, restano anche in inferiorità numerica per un doppio giallo a Leonardi. I siciliani non mollano però e mettono paura alla Polisportiva con un calcio piazzato di Viglianici, al 23’, poco distante dalla porta difesa da Giovanni Grieco. Poco dopo il ventesimo, Vincenzo e Giovanni Romano prendono il posto di Ragosta e Capozzoli, e chiudono di fatto le sorti del match. Il primo a mettere la firma nel tabellino dei marcatori è Vincenzo Romano, servito da Giovanni, al 24’ con un tiro che non lascia scampo a Genovese. In almeno altre tre circostanze i giallorossi potrebbero segnare il terzo gol. La gioia finale arriva al 44’ con Giovanni Romani, più lesto in area di rigore su una respinta a calciare e a superare per la terza volta il portiere siciliano. Tre punti, dunque, preziosi per i giallorossi che tornano alla vittoria, salendo a quota 21 punti in classifica.

IL TABELLINO

POLISPORTIVA SANTA MARIA (3-4-3): Grieco; Pastore, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre (15’ Foufoue), Maio, Coulibaly (31’ st Guadagno), Konios (1’ st Sagliano); Capozzoli (21’st Romano V.), Maggio, Ragosta (21’ st Romano G.). A disp.: Polverino, Tandara, Strumbo, Lambiase. All. Esposito.

Biancavilla (4-4-2): Genovese; Mollica (31’ st Santapaola), Porcaro, Ferrante, Mazzeo; Leonardi, Maimone (25’ st Grasso), Viglianisi, Guerriera (31’ st Schinnea);Lucarelli, Khoris. A disp.: Amata, Nicolosi, Randis, Montagno Grillo, Barcio. All. Pidatella.

Arbitro: Gianluca Renzi di Pesaro (Signorelli-Fanara)

Reti: 7’ st Ragosta, 24’ st Romano V., 44’ st Romano G.

Note: campo sintetico, giornata soleggiata. Espulsi: 9’ st Leonardi per doppio giallo. Ammoniti: Campanella, Capozzoli, De Gregorio, Romano V. Angoli: 2-5. Recupero: 2’ pt e 5’st.

 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Polisportiva Santa Maria, De Gregorio è giallorosso

Nuovo arrivo in casa Polisportiva Santa Maria. Si tratta di Raffaele De Gregorio, difensore classe 1999, proveniente dalla Gelbison. Arrivato nelle ultime ore alla corte di mister Esposito, il giovane difensore ha già esordito nel match contro il Città di Sant’Agata, giocando dal primo minuto.

“Sono felice di essere approdato alla Polisportiva Santa Maria e spero di poter dare il mio contributo alla causa giallorossa – afferma De Gregorio – Dispiace per la partita e per la sconfitta, ma il campionato è ancora lungo e questa squadra ha tutte le carte in regola per fare bene”.

Proveniente dalla Gelbison, dove ha giocato nell’ultimo anno e mezzo, De Gregorio ha giocato in D anche con Legnago, Cesena, Imolese, Matelica e Adriese. A lui va il benvenuto della società giallorossa con l’auspicio di poterci togliere insieme tante belle soddisfazioni.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this