Giovani D Valore: giallorossi al secondo posto

La Polisportiva Santa Maria si conferma al secondo posto nella classifica “Giovani D Valore” anche nell’ultimo aggiornamento della Lega Nazionale Dilettanti.  La squadra cilentana, allenata dal tecnico Gianluca Esposito, ha 726 punti, alle spalle del Rende (1057 punti). Terza posizione per il Roccella con 611 punti.

L’iniziativa, grazie al sostegno della Lega Nazionale Dilettanti, è dedicata ai ragazzi juniores e alle società iscritte al Campionato di Serie D per l’utilizzo di un numero maggiore di giovani under rispetto alla quota obbligatoria.

Le prime tre squadre di ogni girone che avranno schierato in campo i calciatori classe 2000, 2001, 2002, 2003, 2004 e 2005 italiani, comunitari ed extracomunitari, purché tesserati a titolo definitivo o temporaneo da società della LND, oltre il numero minimo stabilito dal Dipartimento, saranno premiate nel rispetto dei criteri e modalità della graduatoria: 25000 euro per la prima classifica, 15000 per la seconda, 10000 per la terza.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

 

Scuola Calcio, venerdì 30 aprile riprende l’Attività di Base

La Scuola Calcio Elite della Polisportiva Santa Maria riparte venerdì 30 aprile. Ricomincia, infatti, sul prato verde del “Carrano”, l’Attività di Base. Gli allenamenti si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 ì, così come previsto dal protocollo FIGC per le attività giovanili.

 

Info IMPORTANTI per i genitori:

I genitori, prima dell’inizio dell’allenamento, dovranno compilare un modulo di autocertificazione Covid in segreteria. I tecnici attenderanno ai rispettivi ingressi l’arrivo dei bambini che entreranno uno alla volta evitando assembramenti. Ai genitori si chiede di rispettare scrupolosamente gli orari prefissati di inizio e fine seduta di allenamento.

È consigliato, inoltre, non sostare sulle tribune (eccetto per i genitori dei 2013/14/15/16) e in prossimità degli spazi antistanti il terreno di gioco poiché, secondo le disposizioni, le attività si dovranno svolgere a porte chiuse (È consentito l’accesso alla segreteria). Si precisa, inoltre, che è vietato l’uso degli spogliatoi nonché delle docce.

 

Per gli addetti ai lavori:

I tecnici dovranno attenersi scrupolosamente a quelle che sono le indicazioni federali per quanto concerne l’organizzazione e la gestione delle attività; sono vietate le gare e i confronti che prevedono contatto fisico. Le sedute, di carattere individuale, avranno durata di 60 min poiché evitando “le file”, non ci saranno “tempi morti”.  Obbligatorio l’uso della mascherina, adottare una distanza di 2 metri tra istruttore/allievo e tra gli allievi stessi, è preferibile un pallone per ogni allievo.

 

Si raccomanda a tutti la massima professionalità e il rispetto delle regole. Grazie per la collaborazione

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Rimodulati i calendari del girone I, si riparte il 9 maggio

La Lega Nazionale Dilettanti ha comunicato la rimodulazione dei calendari del girone, stabilendo la ripartenza per il 9 maggio, rispetto al 2 maggio precedentemente fissato. Di conseguenza, la Polisportiva Santa Maria di mister Gianluca Esposito tornerà in scena il 9 sul campo della capolista ACR Messina.

“Verificato che, successivamente alla calendarizzazione delle gare di recupero, a causa di intervenute nuove positività di calciatori e dei provvedimenti di isolamento disposti dalle Autorità Sanitarie competenti relative a società le cui gare di recupero erano già state programmate, è necessario assicurare che la fase finale del Campionato di Serie D, per quanto possibile, in relazione alla permanente situazione di emergenza sanitaria, si debba svolgere in condizioni di parità tra le società partecipanti; tenuto conto che, conseguentemente, deve essere comunque privilegiata la programmazione delle gare di recupero dei gironi interessati con le necessarie modifiche unitamente ai calendari dei Gironi F ed I: Il Dipartimento Interregionale ha rimodulato i calendari dei gironi F e I ed il programma dei recuperi del 2 e 5 maggio” ha comunicato la Lega sul proprio portale, annunciando anche le date dei recuperi (ancora non è stata fissata quella relativa al recupero dei giallorossi contro il Licata) e delle nuove giornate.

Tra le novità, un turno infrasettimanale, il 19 maggio, mentre la fine del campionato resta programmata per il 13 giugno.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

APERI RISPONDE A CAPOZZOLI: PARI A TROINA

Ancora un punto per i giallorossi. A Gagliano Castelferrato, contro il Troina, termina 1 a 1. Cilentani in serie positiva da quattro giornate e reduci dall’emozionante 1-1 finale raccolto sul campo del Dattilo. I padroni di casa, invece, vengono da due vittorie consecutive, l’ultima, pesantissima, di misura a Paternò. Primo tempo di marca giallorossa, con Coulibaly che dopo appena 40 secondi ci prova dal limite dell’area. Al 12’ Tandara svetta su calcio d’angolo, ma il colpo di testa non è preciso. Poco dopo il quarto d’ora, i cilentani si distendono sulla destra, costringendo i padroni di casa a rifugiarsi ancora in angolo. Al 25’, su schema da calcio di punizione, Maggio spara alto. Sono ancora i giallorossi a pressare nella metà campo del Troina, arrivando minacciosi in area di rigore con Coulibaly. L’unico acuto dei padroni di casa arriva nel recupero con un tiro che termina però sul fondo. Nella ripresa, partono bene i siciliani con Aperi subito insidioso e un corner che crea un mucchio selvaggio nell’area dei cilentani. Nel momento migliore dei padroni di casa, arriva il vantaggio giallorosso con Capozzoli che, appena entrato in campo, con un perfetto diagonale supera Aiolfi. La reazione della squadra di casa è affidata a Guerci, blocca Polverino. E, poi, al 24’ ancora Aperi si accentra e supera Polverino per il gol del pareggio. Nella parte finale del match, non succede nulla di particolare, con le due squadre che si dividono così la posta in palio.

IL TABELLINO

Troina (4-3-3): Aiolfi; Popolo, Longo (1’ st Neri) , Mbaye, Ciccone; Kamara, Giuffrida, Palermo (12’ st Guerci); Aperi, Padovani (41’ st Santoro), Rizzo (42’ st Mascara). A disp.: Cantarero, Puleo, Diara, Santoro, Dembele, Agosta. All. Mascara

Polisportiva Santa Maria (3-5-2): Polverino; Chiariello (11’ st Capozzoli), Campanella, Romanelli; Foufoue, Coulibaly (36’ st Simonetti), Maio, Citro (36’ st Della Torre), Konios (18’ st Bozzaotre); Maggio, Tandara (25’ st Romano G.). A disp.: Grieco, Dentice, Tompte, Romano V. All. Esposito

Arbitro: Davide Galiffi di Alghero (Pancani-Lo Calio)

Marcatori: 13’ st Capozzoli, 24’ st Aperi

Note: Gara a porte chiuse, campo sintetico, cielo sereno e vento moderato. Ammoniti: Mbaye, Guerci, Foufoue, Maio. Angoli: 3 a 6. Recupero: 2’ pt,  5’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

I GIALLOROSSI NON MOLLANO MAI: PARI ALLO SCADERE CONTRO IL DATTILO

Grinta, cuore, sacrificio. Con queste tre parole si può descrivere il pari giallorosso al “Provinciale” di Trapani contro il Dattilo (1-1). La gara si movimenta nei minuti finali con il rigore di Bonfiglio al 90’ e il pari di bomber Maggio all’ultimo secondo. La cronaca. Dattilo e Polisportiva Santa Maria scendono in campo per provare a conquistare l’intera posta in palio. Primo tempo molto intenso, tattico, maschio, caratterizzato da un sostanziale equilibrio tra le parti. I giallorossi ci provano sulle corse esterne con i cross di Konios e Bozzaotre, che però non riescono a creare particolari situazioni di pericolo nell’area siciliana. L’unica vera occasione della prima frazione capita al 43’ sui piedi di Sekkoum, il suo calcio di punizione bacia la parte alta della traversa. Nel finale di primo tempo, ingenuità di De Gregorio che si fa espellere per somma di ammonizioni: era fuori dal rettangolo di gioco in attesa dell’ok dell’arbitro, ma il difensore giallorosso entra senza essere autorizzato e viene espulso.

Il secondo tempo inizia e prosegue sugli stessi ritmi del primo, ma la Polisportiva Santa Maria paga l’inferiorità numerica rendendo la costruzione del Dattilo decisamente più semplice e fluida. Al 4’ siciliani vicini al gol con Manfrè che tenta lo scalino su Polverino. Bravo il portiere cilentano in uscita. Al 23’ primo squillo dei giallorossi con l’incornata di Maggio, ma è davvero eccellente il colpo di reni di Giappone che smanaccia la palla salvando il risultato. Partita spigolosa, con il Dattilo che però non riesce ad impensierire più di tanto un’organizzata retroguardia avversaria. Quando tutto sembrava indirizzato verso lo 0-0 finale, ecco gli squilli inaspettati: al 90’ calcio di rigore per i siciliani per un fallo di Campanella su Manfrè.  Dal dischetto va Bonfiglio che mette la palla sotto la traversa per il gol del vantaggio. Non è ancora finita, perché i cilentani non mollano: da un passaggio di Maio arrivata la zampata di Maggio che coglie di sorpresa la retroguardia in maglia verde e buca la difesa col suo sinistro potente e preciso. Al triplice fischio fanno festa i cilentani che raccolgono un punto pesante.

IL TABELLINO

Dattilo (4-3-3): Giappone; Benivegna (12’ st Pace), Nigro, Pagliarulo, Galfano; Sekkoum (29’ st Di Giuseppe), Lupo (40’ st Calafiore), Di Giorgio (24’ st Cicala); Terranova (30’ st Iraci), Manfrè, Bonfiglio. A disp.: Grimaudo, Fragapane, Pirrello, Canino. All. Chianetta.

Polisporitiva Santa Maria (3-5-2): Polverino; Chiariello, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre (18’ st Foufoue), Coulibaly (18’ st Capozzoli), Citro (43’ st Della Torre), Maio, Konios; Maggio, Tandara (2’ st Simonetti). A disp.: Grieco, Romanelli, Dentice, Romano V., Romano G. All. Esposito.

Arbitro: Frasynyak Maksym di Gallarate (Brunetti-De Tommaso)

Marcatori: 45’ st Bonfiglio ( R ), 50’ st Maggio

Note: Gara a porte chiuse, campo sintetico, cielo sereno e con vento. moderato. Espulsi: 45’ De Gregorio per doppio giallo. Ammoniti: Di Giorgio, Pagliarulo, Campanella, Chiariello. Angoli: 7 a 1. Recupero: 2’ pt, 6’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

 

TRIS GIALLOROSSO: SAN LUCA AL TAPPETO

La Polisportiva Santa Maria torna a sorridere. I giallorossi del Cilento battono 3 a 2 il San Luca nel giovedì pasquale e salgono a quota 31 in classifica. Una vittoria importante per la squadra di mister Esposito, anche per il morale, visto che i tre punti mancavano dal match contro il Cittanova. La gara parte su ritmi più che discreti con la Polisportiva a cercare di spingere subito in attacco. All’ottavo è Capozzoli, rientrato nel campo per giocare palloni tra le linee, ad impegnare per la prima volta Callejo con una conclusione dalla trequarti. Dopo un minuto panico nell’area di rigore del San Luca, ma nessuno degli avanti della Polisportiva S. Maria, con in particolare Maggio e Foufoue, trovano il varco giusto per impensierire l’estremo difensore calabrese. Al 12′ ancora cilentani in pressing offensivo, ma il tiro-cross di Tandara non trova Maggio e Capozoli pronti alla deviazione. La rete nell’aria giunge al 13′ grazie ad un’invenzione di Capozzoli, che buca Callejo sul suo palo con un tiro che si insacca nell’angolino basso. Nemmeno il tempo di organizzarsi che Capozzoli, a campo aperto, si invola nei sedici metri avversari prima di servire Maggio che dall’altezza del rigore timbra il 2-0. Il San Luca non si scompone e si riporta sotto al 21′ con Romero che approfitta di una smanacciata corta di Grieco ribadendo in rete da pochi passi. Una gara vibrante cala leggermente di ritmo sino al 38′ quando un traversone dal settore destro attraversa tutta l’area trovando pronto per l’impatto il sinistro di De Gregorio che fulmina Callejo per il 3-1. La Polisportiva finisce in attacco e al 41′ Maggio chiama in causa ancora Callejo bravo a chiudere sul destro del centravanti giallorosso. Ad un minuto dal 45′ Callejo è prodigioso sulla girata ravvicinata di Capozzoli che vede la sua conclusione deviata in angolo. Nel secondo tempo le due squadre dopo un breve periodo di studio si aprono e al 9′ Capozzoli entra in area aprendo il sinistro che sfiora il palo più lontano a Callejo battuto. Dopo altri tre giri di lancette De Gregorio in proiezione offensiva manca da posizione invitante la personale doppietta mandando di poco alto sulla traversa. La girandola dei cambi e i contrasti energici di gioco spezzettano spesso il gioco che risulta meno fluido rispetto al primo tempo. Al 41′ però Marchionna, per gli ospiti,  sotto porta di testa batte Grieco riportando così in corsa il San Luca. Il portiere classe 2002 cilentano non si lascia sorprendere dopo poco sull’ennesima palla inattiva che vede l’incornata centrale di Nagore. Nei minuti di recupero non succede più nulla tranne l’espulsione calciatore ospite Romero: la Polisportiva torna alla vittoria che mancava dal 14 febbraio con il Cittanova. 

 

IL TABELLINO

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Chiariello, Campanella (32 pt ‘ Coulibaly), Romanelli; Foufoue (35′ st Della Torre), Maio, Citro, De Gregorio; Capozzoli (32′ st Tompte), Maggio (18’ st Romano G.),  Tandara. A disp: Polverino, Konios,  Dentice, Simonetti,  Romano V. All. Esposito

San Luca (4-4-2): Callejo; Nallo (Marchionna 1′ st) , Fiumara ( 45′ st Giampaolo), Pezzati (19′ st Pitto), Arcuri (19′ st Vigolo),  Murdaca, Lorefice, Nagaro, Mammoliti (8′ st Cotroneo); Carella, Romero.  A disp: Scuffia, Nitra. All. Cozza.

Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni (Fabrizi-Messina)

Marcatori: 13 pt’ Capozzoli, 16′ pt Maggio, 21′ pt Romero, 38′ pt De Gregorio, 41′ st Marchionna.

Note: campo sintetico, giornata soleggiata. Ammoniti: Nallo, Maggio, De Gregorio, Romero. Espulso: Romero 45′ st per doppia ammonizione. Angoli: 7 a 4. Recupero: 4′ pt, 5′ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

ANCORA UN PARI PER I GIALLOROSSI:  1 A 1 CONTRO IL ROCCELLA

Roccella e Santa Maria si spartiscono l’intera posta in palio. Finisce 1 a 1 al “Ninetto Muscolo” di Roccella Ionica: apre Tandara, risponde Guerrisi. Succede tutto nella ripresa.  Gli ospiti partono forte, stabilendosi nella metà campo avversaria, con Capozzoli e Foufoue a cercare gli inserimenti di Maggio e Tandara. La squadra calabrese si difende, cercando poi di ripartire in contropiede, senza però creare particolari occasioni. Risultato di parità giusto che rispecchia l’andamento del primo tempo. La ripresa si accende completamente. Complice una Polisportiva ancora più decisa in fase offensiva. Al 14’ Maggio ha la possibilità di portare in vantaggio i suoi, spedendo però  la palla di poco alta sopra la traversa. Al 22’ calcio di rigore in favore dei giallorossi per un fallo di mano all’interno dell’area. Dal dischetto va Maggio che si fa intercettare da Commisso, e sulla ribattuta è abile Tandara a ribattere la palla in rete per il vantaggio. Quando tutto sembrava indirizzato per il verso giusto, ecco il pari del Roccella: al 28’ Guerrisi, infatti, sigla il gol del pareggio con un tocco volante che lascia di stucca la retroguardia giallorossa. Nel finale, tanti tentativi della Polisportiva per centrare il gol del 2-1, ma il Roccella difende bene e porta a casa un punto. Secondo pareggio consecutivo per la Polisportiva Santa Maria che giovedì affronterà in casa il “San Luca” per la settimana giornata del girone di ritorno.

IL TABELLINO

Roccella (3-5-2): Commisso; Liviera, Coluccio, Iacono; Sarcone, Falzetta, Amato, Suraci (45’ st Capellini), Malerba; Samake, Monza (20’st Guerrisi (49’ st Pietanesi)). A disp.: Planaj, Lupo, Vottari, Bellanca, Faraone, Votino. All. Galati

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Polverino; Lambiase (13’ st Konios), Campanella, De Gregorio; Foufoue (26’ st Romano V.), Citro, Maio, Dentice (13’ st Chiariello); Capozzoli (26’ st Pastore), Maggio, Tandara (38’ st  Romano G.). A disp.: Grieco, Simonetti, Tompte, Della Torre.  All. Esposito

Arbitro: Stefania Menicucci di Lanciano (Di Dio-Anile)

Marcatori: 23’ st Tandara, 28’ st  Guerrisi

Note: Gara a porte chiuse, campo sintetico, cielo sereno. Ammoniti:  Capozzoli, Foufoue, Coluccio, Suraci,  Samake. Angoli: 0 a 2. Recuperi: 1’ pt e 5’ st.

 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

PARITA’ AL “CARRANO” CONTRO IL PATERNO’: APRE MAGGIO, RISPONDE MAZZOTTI  

Termina in parità (1-1) la gara del “Carrano” contro gli etnei per la Polisportiva Santa Maria. Una gara molto maschia, equilibrata e ricca di intensità. Ne esce fuori un primo tempo avaro di occasioni da rete per le due squadre. L’unica vera palla gol da annotare è arrivata al 39’ con Maggio, che in girata non riesce a coordinarsi bene e a dare la giusta forza al pallone facendolo terminare alto sopra la traversa. Nella ripresa, la gara è sicuramente più viva rispetto alla prima frazione di gioco. I cilentani partono con il piede sull’acceleratore, gettandosi subito nella metà campo avversaria. Al 7’ calcio di rigore per la Polisportiva su un fallo in area di rigore da parte di Cavalli su Giovanni Romano: dal dischetto va Maggio che non sbaglia e fa 1-0. Neanche il tempo di riorganizzarsi che il Paternò centra subito il pareggio. Al 10’, infatti, Mazzocchi si fa trovare pronto ed è bravo ad insaccare la palla sugli sviluppi di palla inattiva. Al 16’, reazione Polisportiva con un sinistro di Capozzoli che accarezza il palo. Al 27’ è ancora l’ex fantasista dell’Agropoli a rendersi pericoloso con una punizione respinta da Cavalli in angolo. Al 37’ è ancora l’estremo difensore avversario a salvare il risultato, questa volta su un colpo di testa di Campanella da distanza ravvicinata. Una parata che ha praticamente abbassato le saracinesche sul match visti gli sforzi nel finale da parte dei giallorossi. Nel finale, arrivano i cartellini rossi di Cavalli, doppio giallo, e D’Amico, nel pieno del recupero, ma il risultato non si schioda dall’1 a 1.

 

IL TABELLINO

 Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Romanelli, Campanella, De Gregorio; Bozzaotre (22’ st Foufoue), Coulibaly, Maio, Konios (34’ st Lambiase); Capozzoli, Maggio, Romano G (30’ st Tandara). A disp.: Polverino, Dentice, Tompte, Della Torre, Citro, Romano V. All. Baldassarre (squalificato Esposito)

Paternò (3-5-2): Cavalli; Mazzotti, Bontempo, Raimondi; Coniglione (35’ st Distefano), Maiorano, Puglisi (30’st Pardo (41’st Tripoli)), Santapaola, D’Amico; Guillari (35’ st De Marco), La Piana (30’ st Truglio). A disp: Guarnera, Barbaro, De Marco, Distefano, Zappalà, Aureliano. All. Catalano

Arbitro: Giuseppe Costa di Catanzaro (D’Ettore-Carchesio)

Reti: 7’ st Maggio su rig.; 10’ st Mazzotti

Note: Campo sintetico, gara a porte chiuse. Espulsi: 38’ st Cavalli e 50’ st D’Amico.

Ammoniti: Coniglione, Guillari, Mazzotti, Puglisi S., Maiorano, Coulibaly, Romanelli, Maggio. Angoli: 10 a 3. Recupero: 3’ pt, 6’ st.

 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

LODI DECIDE DAGLI UNDICI METRI, GIALLOROSSI SCONFITTI DI MISURA

La Polisportiva Santa Maria perde di misura sul campo del Football Club Messina (1-0) al termine di una partita in cui i cilentani avrebbero meritato un risultato sicuramente diverso. Al cospetto del Football Club Messina, tra le favorite per la vittoria del campionato, i cilentani giocano con personalità, mettendo più volte in difficoltà i padroni di casa. La cronaca. I siciliani ci provano subito con una conclusione di Agnelli che termina poco alta sopra la traversa. I cilentani si affacciano dalle parti di Marone con Maio, tra i migliori in campo, che viene murato dalla difesa peloritana. I siciliani si accendono a sprazzi con Bevis che al 16’ trova sulla sua traiettoria Grieco pronto a deviare in corner. La risposta è affidata a Maggio che da posizione defilata calcia sul fondo. Nella parte centrale della prima frazione, ci prova Palma con un colpo di testa, ma la mira è imprecisa. I giallorossi del Cilento si difendono bene, senza rischiare nulla, e ripartono ancora con Maggio, Maio e Capozzoli, mettendo in affanno Marchetti e compagni. Nel finale della prima frazione, sono ancora i ragazzi di Esposito a rendersi pericolosi, senza però riuscire a cambiare il parziale del match. Nella ripresa, la gara si accende dopo 6’ minuti quando Rispoli di Locri sanziona un intervento di De Gregorio ai danni di Bevis nell’area di rigore, decretando la massima punizione per il Football Club Messina. Dagli undici metri Lodi non perdona e regala il gol della vittoria ai suoi compagni. È l’unica azione dei padroni di casa nella ripresa perché poi la Polisportiva Santa Maria si stabilizza nella metà campo del FC Messina sfiorando al 10’ il pari con una zampata di Maggio che esce di un soffio sopra la traversa. Al quarto d’ora, ci prova ancora Maggio, ma il suo tiro è bloccato da Marone. Poco dopo ci prova anche Ragosta, entrato al posto di Tandara, ma l’estremo difensore siciliano blocca senza problemi. I giallorossi continuano a premere, ma i siciliani reggono l’urto e rischiano di chiudere il match al 39’ con Caballero, chiuso in uscita miracolosamente da Grieco. Nel finale, la squadra di Esposito cerca a tutti i costi la strada del pareggio, ma il Football Club Messina stringe i denti e ottiene tre punti.
IL TABELLINO
FC MESSINA (4-3-3): Marone; Casella, Marchetti D., Da Silva, Ricossa; Agnelli (21’ st Giuffrida), Palma (37’ st Marchetti A.), Lodi (44’ st Fissore); Bevis (29’ st Arena), Caballero, Bianco. A disp.: Monti, Coria, Aita, Garetto. All. Costantino.
POLISPORTIVA SANTA MARIA (3-4-3): Grieco; Coulibaly, Romanelli, De Gregorio; Bozzaotre (27’ st Foufoue), Maio, Simonetti (32’ st Romano G.), Konios (42’ st Strumbo); Capozzoli (42’ st Tompte), Maggio, Tandara (19’ st Ragosta). A disp.: Polverino, Della Torre, Lambiase, Citro. All. Esposito.
Arbitro: Giuseppe Rispoli di Locri (Barcherni-Tini Brunozzi)
Reti: 7’ st Lodi su rig.
Note: campo in erba naturale, giornata soleggiata. Espulso al 44’ st Esposito. Ammoniti: Maggio, De Gregorio, Foufoue, Ragosta, Agnelli, Palma, Da Silva. Angoli: 4 a 0. Recuperi: 4’ pt e 5’ st.
L’UFFICIO COMUNICAZIONE

EMMANOUIL-TANDARA, E’ PARI DI RIGORE CONTRO IL CASTROVILLARI

Termina come all’andata, 1 a 1, la sfida del “Carrano” tra Santa Maria e Castrovillari. Al rigore di Emmanouil nel primo tempo, risponde sempre dagli undici metri allo scadere del match Tandara. Gara equilibrata e con poche emozioni, se non quella decisiva al 15’ in favore dei calabresi: atterrato in area Fernandez, sandwich di Romanelli e Chiariello e incertezza di Grieco nell’uscita. Dal dischetto va Emmanouil che segna il gol del vantaggio. La Polisportiva accusa il colpo e appare piuttosto imprecisa nei passaggi e anche in fase di costruzione. Al 33’ arriva il primo e unico squillo dei giallorossi con Tompte, ma c’è da evidenziare il grande intervento di Rizzitano. L’esterno francese non ha dato la giusta forza al pallone dopo l’ottimo passaggio di Ragosta, favorendo così i riflessi dell’estremo difensore avversario. Finale in crescendo per la Polisportiva, che non riesce comunque a centrare lo specchio della porta e a impensierire un’attenta retroguardia del Castrovillari, che gioca solo di rimessa. Nella ripresa, la Polisportiva stazione sempre nella metà campo del Castrovillari, che difende praticamente con tutti gli effettivi in campo. Al 48’ è ancora Rizzitano su Tompte che con un tocco morbido di piatto ha cercato di scavalcare il portiere. Bravo anche Tandara a fare la sponda. Al 70’ è ancora l’estremo difensore calabrese a salvare il risultato questa volta su Maio. Colpo di testa del centrocampista e respinta del portiere in angolo. Al 73’ sinistro dalla distanza di un Capozzoli che con il suo ingresso ha dato maggiore vivacità nel reparto offensivo giallorosso.  All’87’, ecco lo spiraglio di luce per la Polisportiva: fallo di mano di De Caro, cartellino rosso, e calcio di rigore. Dal dischetto va Tandara, che con una botta centrale pareggia i conti per il definitivo 1-1. Un punto che consente alla Polisportiva Santa Maria di mantenere un certo distacco dalle zone basse della classifica, a differenza di un Castrovillari che in attesa di recuperare le tre partite resta in zone pericolose.

IL TABELLINO

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Romanelli, Chiariello (1’st Maio), De Gregorio; Bozzaotre, Coulibaly, Simonetti, Konios (20’st Lambiase); Tompte (5’ st Capozzoli), Tandara, Ragosta (30’  st Romano G.). A disp.; Polverino, Paragano, Della Torre, Citro, Strumbo. All. Baldassarre

Castrovillari Calcio (3-5-2): Rizzitano; De Caro, Mileto, Cinquegrana; Ielo (44’ st Camilleri), Pietrangeli, Di Battista (28’ st Capua), Emmanouil, Greco (12’ st Buccino); Rodi (10’ st Principi), Fernandez (33’ st Terranova). A disp.; Palermo, Corado, Ciriachi, Stagkos. All. Feoli

Arbitro: Nicolò Dorillo di Torino (Jorgji-Ruggiero)

Marcatori: 16’ pt Emmanouil (R), 44’ st Tandara (R)

Note: Campo sintetico, gara a porte chiuse. Cielo sereno con un leggero vento. Espulso: De Caro al 43’ st per doppia ammonizione, Ammoniti:  Chiariello, Di Battista, Fernandez, Cinquegrana, Mileto, Principi. Angoli: 7 a 3. Recupero: 1’ pt, 5’ st

 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this