Recupero Santa Maria – Licata: biglietti in vendita

E’ attiva la prevendita dei biglietti per il recupero della 14a gara di campionato Polisportiva Santa Maria Cilento – Licata Calcio in programma mercoledì 11 gennaio alle 14.30 presso lo stadio “Carrano” di Santa Maria di Castellabate.

COSTO BIGLIETTI PER SETTORI:
– 10,00€ più 1,5 € di prevendita per la Tribuna Carrano
– 5,00€ più 1,5€ di prevendita per il Ridotto Tribuna Carrano riservato alle donne, over 70 (compiuti) e under 16 (compiuti).
– 10,00€ più 1,5€ prevendita per il Settore Ospiti

I tagliandi si possono acquistare in prevendita presso la segreteria dello stadio “Carrano” e presso il Tabacchi Izzo, in piazza Lucia, a Santa Maria di Castellabate. Ticket disponibili anche online al seguente link: https://www.go2.it/evento/santa_maria_cilento_vs_licata_calcio/6181

Diretta streaming a pagamento acquistabile al seguente link: https://fb.me/e/3cAhivKRC

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Pari a Locri per i giallorossi nella prima gara del 2023

L’anno nuovo comincia con un punto nella difficile trasferta di Locri,  seconda forza del girone I. Grande iniezione di fiducia per la squadra di mister Di Gaetano che ha dimostrato ancora una volta di essere la guastafeste delle grandi del raggruppamento. La cronaca del match vede una partenza forte dei calabresi che fanno subito la voce grossa con Ficara, prima la mira è alta poi ci pensa Grieco a respingere con i piedi. La Polisportiva Santa Maria, con il passare dei minuti, prende il pallino del gioco, anche se occasioni pericolose non ne arrivano. È Catalano il più pericoloso in avanti, ma Mbaye e compagni evitano guai a Iannì. Il Locri si rifà vivo al 35’ con una punizione da posizione defilata con Ficara, ma Grieco dice ancora una volta “no” all’attaccante. Nel finale, il Santa Maria mette la freccia e passa in vantaggio con Catalano: assist al bacio di Mancini, controllo del 99 e diagonale alle spalle del portiere di casa, prima rete stagionale con la maglia del Santa Maria. Nella ripresa, il Locri sfiora subito il pari, ma Grieco è miracoloso. Non può nulla però sulla pennellata di Larosa, da calcio piazzato, che si infila all’incrocio dei pali. Nel mezzo, ci prova Maio, ma senza precisione, mentre Grieco è ancora decisivo su Marrazzo. Nel finale, meglio il Santa Maria che non concede nulla al Locri. Ora subito testa al recupero contro il Licata.

Il tabellino

Locri (4-3-3): Iannì; Lucà, Aquino, Mbaye, Maiore (1’ st Marrazzo); Dodaro, Romero, Larosa; Carella, Ficara (36’ st Zarich), Rizzo (1’ st Furina). A disp.: Gagliardotto, Mazzone, Pagano, Palermo, Chiricosta, Kamara. All.: Mancini Renato.

Polisportiva Santa Maria (3-4-3): Grieco; Ferrante, Campanella, Coulibaly; Mancini, Pane (21’ st De Leonardis), Maio, Morlando (21’ st Ferrigno); Ielo (14’ st Tandara), Johnson (45’ st Ventura), Catalano. A disp.: Fezza, Azindow, Di Cristina, Tiberio, Gaeta. All. Di Gaetano.

Arbitro: Stefano Grassi di Forlì (Reitano-Fiore)

Reti: 41’ pt Catalano (SM), 10’ st Larosa (L)

Note: ammoniti Johnson (SM), Romero (L), Coulibaly (SM), Maio (SM).Angoli: 1 a 4. Recupero: 1’ pt e 6’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Presentazione delle maglie da gara con il logo del Parco Nazionale del Cilento

Saranno presentate ufficialmente giovedì (17 novembre), alle ore 18, all’interno di Villa Matarazzo, a Santa Maria di Castellabate, le maglie da gara della Polisportiva Santa Maria Cilento con il logo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. 

Saranno presenti il presidente della Polisportiva Santa Maria Cilento, Francesco Tavassi; il presidente dell’Ente Parco, Tommaso Pellegrino; il direttore dell’Ente Parco, Romano Gregorio; i consiglieri comunali delegati Gianmarco Rodio e Raffaele Di Gregorio. Modererà la presentazione il responsabile dell’Ufficio Promozione Turistica del Comune di Castellabate, Enrico Nicoletta. 

Oltre alle tre divise da gioco, con cui la squadra cilentana sta affrontando la terza stagione in serie D, ci sarà una sorpresa speciale per tutti i tifosi e gli appassionati della Polisportiva Santa Maria. 

L’iniziativa sarà l’occasione anche per coinvolgere tutti i giovani del Settore Giovanile Scolastico che avranno successivamente la possibilità di visitare i musei tematici presenti all’interno della Villa per accrescere la cultura del rispetto verso l’ambiente.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Resp. Antonio Vuolo



Finisce in parità nella tana dei lupi del Pollino

Tutto nei primi minuti, del primo e del secondo tempo. Aceto illude il Castrovillari dopo sei giri di lancette, Capozzoli all’inizio della ripresa firma il pari, per il definitivo 1 a 1. Nel mezzo scorre via una gara che i cilentani di mister Di Gaetano avrebbero potuto vincere, soprattutto nel secondo tempo, creando due nitidissime palle gol, per mettere la freccia del sorpasso. Anzi, nel finale, si rischia quasi la beffa con Grieco decisivo a chiudere lo specchio della porta su Moi. Le condizioni del campo non aiutano una squadra, come quella cilentana, abituata a giocare con la palla a terra. Tandara e Bonanno, tandem d’attacco, provano a suonare la carica, dopo il vantaggio di Aceto, ma il muro calabrese resiste. In contropiede, Longo e Dorato cercano di chiudere la pratica, ma devono fare i conti con Grieco. Si resta sull’1 a 0. Da calcio piazzato è Bonanno a mettere paura ai lupi, ma stavolta è Caruso a chiudere lo specchio della porta. Il pari, meritato, arriva all’inizio della ripresa con il neo entrato Capozzoli che mette la sua prima firma stagionale su una manovra offensiva corale spettacolare. La Polisportiva Santa Maria è padrona del campo. I cilentani provano a mettere la freccia, sfruttando la freschezza dei nuovi entrati. Il Castrovillari si salva e nel finale, in ripartenza, mette paura nuovamente ai giallorossi: miracoloso Grieco in chiusura. Finisce 1 a 1, sesto risultato utile consecutivo per i cilentani.

 

Il Tabellino

Castrovillari (3-5-2): Caruso; Moi, Mirabelli, Aceto (31’st Stranieri); Anzillotta (50’st Pittari), Cosenza, Trovato (25’st Capristo) Asllani (31’st Caruso), Brignola; Longo (23’st La Ragione), Dorato.  A disp.: Gola, Filomia, Bonofiglio, Olivieri. All.: Pugliese

Polisportiva Santa Maria (4-4-2): Grieco; Coulibaly (1’st Capozzoli), Diop, Campanella (37’st Ferrante), Ferrigno; Mancini, Ventura (1’st De Mattia), Pane (36’st Ziello), Ielo; Tandara (40’st Johnson), Bonanno.  A disp.: Fezza, Morlando, Di Peri, Cuzzilla  All.: Di Gaetano

Arbitro: Giuseppe Scarpati di Formia (Lanzellotto-Leonardi)

Reti: 6’pt Aceto (CV), 2’st Capozzoli (SM)

Note: Ammoniti.: Bonanno (SM) Diop (SM) Campanella (SM) Ziello (SM) Anzillotta (CV). Espulsioni: Di peri dalla panchina (SM). Angoli: 3 a 4. Recupero: 1’pt e 6’st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Resp. Antonio Vuolo

Generazione S, la Polisportiva Santa Maria aderisce al progetto del Sassuolo Calcio

La Polisportiva Santa Maria Cilento entra a far parte di Generazione S, il progetto dell’U.S. Sassuolo Calcio con l’obiettivo di promuovere la crescita sportiva e personale di tutti i giovani atleti del club cilentano, condividendo i valori e le metodologie del Sassuolo Calcio.

L’intesa è stata siglata, a Napoli, presso la sede di Temi Spa, tra il presidente della Polisportiva Santa Maria Cilento, Francesco Tavassi, e l’amministratore delegato del Sassuolo Calcio, Giovanni Carnevali. 

“Siamo soddisfatti per questa collaborazione con un club che condivide i nostri valori attraverso un progetto sportivo, etico e sociale che sicuramente porterà buoni frutti ad entrambe le società” ha detto, a margine della firma, l’amministratore delegato del Sassuolo Calcio, Giovanni Carnevali.

“E’ un momento molto importante per la crescita della nostra società perché abbiamo siglato un accordo con una delle migliori società professionistiche in Italia. Ringrazio l’amministratore delegato, Giovanni Carnevali, e il Sassuolo Calcio per questa opportunità – ha aggiunto il presidente della Polisportiva Santa Maria Cilento, Francesco Tavassi – Avere il Sassuolo come riferimento per il nostro progetto di crescita, incentrato sui giovani, è motivo di orgoglio e ci dà una nuova carica”. 

All’incontro hanno preso parte anche Francesco Palmieri, responsabile del Settore Giovanile del Sassuolo Calcio, e Alfonso Scarica, osservatore in Campania del club di serie A. Per il club cilentano, al suo terzo anno in serie D, presenti anche: Alfonso Tavassi, vicepresidente; Alberico Guariglia, direttore generale; Angelo Nicoletti, responsabile del Settore Tecnico; Domenico Giannella, responsabile del Settore Giovanile; Salvatore Di Stefano, segretario generale; Gianluigi Pindozzi, team manager.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Resp. Antonio Vuolo



Pari senza reti a San Cataldo: sale a 5 la striscia di risultati positivi

Arriva un pari sul campo della Sancataldese, 0 a 0, che consegna di mettere un altro punto nel granaio e allungare la striscia positiva a cinque, tre vittorie e due pareggi. Mister Di Gaetano riparte dalle certezze del 4-4-2 e di una squadra che anche oggi ha mostrato segnali di crescita, nonostante non sia riuscita a trovare i tre punti. Da sottolineare anche la crescita difensiva con i giallorossi che non subiscono reti per la terza gara consecutiva. La cronaca del match consegna un Santa Maria propositivo nelle prime battute soprattutto sulla sinistra, senza però riuscire a sfondare la difesa rossoverde. I padroni di casa, al primo vero affondo, fanno però tremare i cilentani con la testa di Garzia che si stampa sulla traversa. Nel finale del match, Tandara, servito da Bonanno, s’invola verso la porta, ma il suo tiro è preda facile per Dolenti. Nel finale, botta e riposta: prima Ielo da calcio piazzato, alto sopra la traversa, mentre Zerbo dalla parte opposta trova i guantoni di Grieco. Nel secondo tempo, è ancora un legno a salvare i cilentani, stavolta del greco Xepapadakis, a Grieco praticamente battuto. Poi, è soprattutto un monologo dei giallorossi che non riescono a far male alla difesa siciliana, nonostante i diversi tentativi. Al triplice arriva un punto che dà continuità di risultati alla Polisportiva. 

 

ll tabellino

Sancataldese (3-5-2): Dolenti; Maltese, Brumat, Calabrese; Garzia (39’ st Cutrona), Baglione (47’ st Leonardi), Treppiedi (13’ st Giacinti), Toure Aziz (26’ st Taormina), Xepapadakis (35’ st Galfano); Zerbo, Tuccio. A disp.: La Cagnina, D’Agosto, Florio, Guadagnoli. All. Infantino. 

Polisportiva Santa Maria (4-4-2): Grieco; Ferrante, Diop, Campanella, Ferrigno (32’ st Johnson); Coulibaly, D’Auria (20’ st Morlando), Mancini, Ielo (20’ st Pane); Tandara (32’ st Capozzoli), Bonanno. A disp.: Guerra, Ziello, Di Peri, Petrazzuolo, Cuzzilla. All.: Di Gaetano. 

Arbitro: Martina Molinaro di Lamezia Terme (Meraviglia-Ingenito)

Note: ammoniti Toure Aziz (S), D’Auria (SM), Ielo (SM), Giacinti (S), Leonardi (S). Angoli: 6 a 3.  Recupero: 1’ pt e 5’ st. 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE 

Resp. Antonio Vuolo



Santa Maria da urlo, Acireale al tappeto

“Come nelle favole” canta Vasco Rossi e la Polisportiva Santa Maria trasforma la favola in realtà e conquista la terza vittoria consecutiva, battendo l’Acireale per 1 a 0. Il turno infrasettimanale non frena la voglia di giallorosso del pubblico cilentano che al gol di Tandara, allo scadere del match, fa esplodere letteralmente il “Carrano”. Mister Di Gaetano conferma la stessa formazione corsara a Lamezia e proprio come nel match in terra calabrese la squadra giallorossa ottiene i tre punti. Partita gagliardi per Campanella e compagnia subito pericolosi nella prima frazione con Ielo: dialoga con Johnson, poi Giappone si veste da superman e devia in angolo. Affondano ancora i cilentani, soprattutto sulla sinistra, con l’asse Ferrigno-Ielo, ma la difesa riesce a respingere gli assalti. Carbonaro è troppo solo in avanti, Diop giganteggia.

Nella ripresa, lo spartito non cambia: i giallorossi sono subito proiettati nella metà campo scese e sfiorano il vantaggio con Tandara. Entra Bonanno, poco dopo, ma la sua mira con un colpo di testa è imprecisa. Macina gioco la formazione giallorossa, Costantino non riesce a dare maggiore vitalità all’Acireale, mentre Di Gaetano butta nella mischia anche Capozzoli, rientrante da tre turni di squalifica. Accelerano ancora i padroni fino praticamente al 44′ quando lo squalo Tandara si fionda sul pallone, approfittando anche di un erroraccio di medico, e con un grazioso pallonetto supera Giappone. L’Acireale crea l’unica sua occasione del match in pieno recupero con la traversa di Cheick Coulibaly. Poi, c’è il triplice fischio e la festa può cominciare: +3 in classifica.

 

IL TABELLINO

Santa Maria (4-4-2): Grieco; Ferrante, Diop, Campanella, Ferrigno; Coulibaly, D’Auria (16’ st Mancini), Ventura, Ielo (30’ st Capozzoli); Tandara, Yeboah (11’ st Bonanno). A disp.: Guerra, Ziello, Di Peri, Pani, Petrazzuolo, De Mattia. All.: Di Gaetano.

Acireale (4-3-1-2): Giappone; Mollica, Cannino (6’pt Medico), Russo, Maniscalco (16’ st Carrozza); Palermo (43’ st De Souza), Bucolo, Tumminelli, Limonelli (32’ st Fratantonio); Lo Monaco, Carbonaro (25’ st Coulibaly). A disp.: Truppo, Arquin, Rotella, Barbara. All.: Costantino.

Arbitro: Riccardo Tropiano di Bari (D’Ettorre-Siracusano)

Reti: 44’ st Tandara (SM)

Note: Ammoniti: Ielo (SM), Mollica (ACI), Bucolo (ACI). Angoli: 5 Santa Maria, Acireale 2 Recupero: 2’ pt, 5’ st

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Resp.: Antonio Vuolo​

Blitz in casa della capolista FC Lamezia Terme: decide lo squalo Tandara

Umiltà, personalità e tanto orgoglio. Così la Polisportiva Santa Maria si prende la scena in questo pomeriggio di serie D, vincendo in casa del FC Lamezia Terme per 1 a 0. Niente paura, infatti,  al cospetto della capolista. E, allora, subito Campanella e compagni scendono al “D’Ippolito”, mettendo le cose in chiaro ai padroni di casa. Se pensavano di far un solo boccone dei cilentani Fangwa e compagni devono ricredersi dopo appena otto giri di lancette quando lo squalo Tandara firma il suo secondo sigillo stagionale, portando avanti la Polisportiva. Gioca bene la squadra di Di Gaetano: la freschezza e la spensieratezza dei più giovani, l’autorità dei grandi. Il risultato è un Santa Maria gagliardo capace di far tremare la formazione calabrese in più di una circostanza. Il Lamezia prova a rispondere con uno dei due ex di turni, Cunzi, – l’altro è il greco Emmanouil -, su calcio piazzato, ma la mira non è buona. Il mirino di Cunzi non mette a fuoco la porta nemmeno allo scadere: servizio di Maltese e tiro fuori del 21. Nella ripresa, inevitabilmente, cambia il copione: il Lamezia accentua la pressione, la Polisportiva deve abbassarsi per difendere la porta di Grieco. Ma alla fine il pressing lametino si traduce soprattutto in una supremazia territoriale: di occasioni vere e proprie il Lamezia non ne crea. Il Santa Maria, allora, al triplice fischio può festeggiare la seconda vittoria consecutiva.

Il Tabellino 

FC Lamezia Terme (4-3-3): Mataloni; Kanoute (1’ st Abatneh), Silvestri, Cadili, De Luca; Cristiani, Maltese (39’ st Zulj), Emmanouil (25’ st Ferreira); Fangwa (25’ st Morana), Addessi, Cunzi (10’ st Terranova). A disp.: Pasqua, Tipaldi, Borgia, Alma. All.: Novelli.

Polisportiva Santa Maria Cilento (4-4-2): Grieco; Ferrante (18’ st Cuzzilla), Diop, Campanella, Ferrigno; Coulibaly, D’Auria (24’ st Mancini), Ventura, Ielo (37’ st Ziello); Tandara, Johnson (31’ st Pane). A disp.: Fezza, D’Avella, Di Peri, Petrazzuolo, De Mattia. All. Di Gaetano

Arbitro: Deborah Bianchi di Prato (Spizuoco-Laconi)

Reti: 8’ pt Tandara (SM)

Note: ammoniti Ferrante (SM), Grieco (SM), Campanella (SM), D’Auria (SM). Angoli: 5 a 3. Recupero: 2’ pt e 5’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

 

Boom Boom Santa Maria: arriva la prima vittoria stagionale

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Senza sé e senza ma, il Santa Maria conquista la prima vittoria stagionale, battendo il Canicattì per 2 a 1. Lo fa al “Carrano” davanti alla propria gente al termine di un match intenso, giocando con intensità, orgoglio e qualità. Soprattutto nella ripresa quando i giallorossi, dopo lo schiaffo del primo tempo, entrano a testa bassa sul rettangolo verde e galoppano fino al 90′. Di Gaetano sceglie ancora il 4-4-2, mentre gli ospiti si presentano con il 4-3-3. I cilentani partono subito all’assalto con l’obiettivo di cancellare lo 0 dalla casella delle vittorie. Le premesse non sono positive perché la fortuna decide di mettersi ancora di traverso e allora al primo affondo, su un calcio piazzato,  il Canicattì la sblocca con Raimondi. La porta di Scuffia sembra stregata anche quando Tandara lo supera, per poi essere fermato dal palo. Nella ripresa, dentro subito Citro, Ferrante e Bonanno. Comincia l’assalto ed è “Piddu” Ferrante a trovare il punto del pari con uno stacco di testa imperioso che fa tremare il “Carrano”. Ma il pari non accontenta i giallorossi che continuano a macinare gioco. E’ cambiata l’inerzia del match e anche lo squalo Tandara trova il primo gol stagionale che vale i 3 punti. Bonanno la potrebbe chiudere, ma la botta subita nel turno infrasettimanale si fa sentire. Nel finale, poi, come se non bastassero già i guai fisici di Bonanno e De Marco (condizioni da valutare), si fa male anche Citro, costretto purtroppo ad uscire. Dopo cinque minuti di recupero, può esplodere la festa. Forza ragazzi, ora non ci fermiamo.

IL TABELLINO

Polisportiva Santa Maria Cilento (4-4-2): Grieco; Coulibaly, Diop, Campanella, Ferrigno; De Mattia (1’ st Ferrante), Di Peri (1’ st Citro (37’st De Leonardis)), Ventura, Ielo; Tandara, Yeboah (1’ st Bonanno (42’st Ziello)). A disposizione: Guerra, Ferrante, D’Avella, Morlando, D’Auria. All. Francesco Di Gaetano

 Canicattì (4-3-3): Scuffia; Fuschi (37’ st Di Mercurio), Raimondi, Pettinato, Russo (16’st Scopelliti); Sidibe (30’st Scalisi), Privitera, Cardinale; Iezzi (30’st Gueye), Manfrè, Santapaola (10’ st Licciardello). A disposizione: Amata, Conti, Sinatra, Bozzanga. All. Calogero Bonfatto. 

 Arbitro: Gabriele Totaro di Lecce (Spagnolo-Miccoli)

 Reti: 22’ pt Raimondi (CA), 10’ st Ferrante (SM), 15’st Tandara (SM). 

 Note: Espulsi: Morlando (SM, non dal campo). Ammoniti: Ferrigno (SM), Ventura (SM), Guerra (SM, non dal campo), Raimondi (CA), Scalsi (CA), Licciardello (CA) Angoli: 5 a 2. Recupero: 2’ pt, 5’ st.

L’UFFICIO COMUNICAZIONE

Resp. Antonio Vuolo



Primo punto stagionale per i cilentani: finisce 1 a 1

Arriva in Calabria il primo punto della stagione per la Polisportiva Santa Maria. La truppa di Di Gaetano impatta 1 a 1 contro il Cittanova, muovendo così la classifica che fino ad oggi era ferma  a quota 0. Gara dal sapore speciale per mister Di Gaetano, il suo vice Porretto e la folta schiera degli ex calciatori, tutti accolti benissimo dal popolo cittanovese. Il tecnico dei cilentani comincia con il 4-4-2 e viene subito premiato dagli undici in campo. A spezzare l’equilibrio, infatti, nel pomeriggio calabrese ci pensa Bonanno dagli undici metri, senza lasciare campo a Bruno. Ringraziamenti d’obbligo anche per De Marco che brucia la difesa locale e viene atterrato proprio dall’estremo difensore del Cittanova. Ma la dea bendata di questi tempi non è amica dei giallorossi: De Marco esce fuori per un infortunio al ginocchio (condizioni da valutare). Ielo, altro ex, potrebbe portare i giallorossi del Cilento sul doppio vantaggio, stavolta però Bruno chiude la porta. Il Cittanova al primo vero affondo trova un rigore a dir poco generoso, per non dire inesistente, tra le proteste di Campanella e compagni. Giannaula, almeno dalla tribuna, dà la sensazione di franare da solo. Ma non è dello stesso avviso Giudice di Frosione e allora Crucitti dagli undici metri non sbaglia. Il pari non accontenta la squadra di mister Di Gaetano: Tandara viene fermato dal palo, che sfortuna. Poco dopo ci prova Citro a spezzare di testa una punizione di Ielo, ma niente da fare. Allo scadere, il solito Crucitti prova a mettere paura a Grieco, ma la mira è da dimenticare. Nella ripresa, cambia completamente il copione della partita. Le due squadre non si fanno male. In contropiede, però, in almeno un paio di circostanze i cilentani potrebbero colpire, senza però trovare il guizzo vincente negli ultimi metri. E, allora, al triplice fischio il risultato dice 1 a 1. Un punto che muove la classifica e fa morale. Forza giallorossi, siamo solamente all’inizio.

IL TABELLINO

Cittanova Calcio (3-5-2): Bruno; Figini, Ruano, Di Cristina; Gulino (26’ st Gaudio), Aprile (12’ st Fazio), Condomitti, Boscaglia, Rao; Crucitti, Giannaula. A disp.: Moschella, Tiziano, Melchionna, Rugnetta, Losasso, Carubini, Baggini. All.: Galfano. 

Polisportiva Santa Maria Cilento (4-4-2): Grieco; Ferrante (1’ st Coulibaly), Diop, Campanella, Ferrigno; De Marco (24’ pt Cuzzilla), Citro (32’ st D’Auria), Ventura, Ielo; Tandara, Bonanno (18’ st Johnson). A disp.: Guerra, Mancini, Morlando, Di Peri, Petrazzuolo. All.: Di Gaetano

Arbitro: Matteo Giudice di Frosinone (Barbanera-Giuliani)

Reti: 16’ pt Bonanno (SM) su rig., 33’ pt Crucitti (CI) su rig. 

NOTE: ammoniti Figini (CI), Bruno (CI), Ferrigno (SM), Boscaglia (CI), D’Auria (SM), Fazio (CI), Condomitti (CI). Angoli: 2 a 3. Recupero: 2’ pt e 4’ st. 

L’UFFICIO COMUNICAZIONE 

Resp. Antonio Vuolo



 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this